LECCE – Racconta – suona – connette: è Music Platform, un progetto digitale nato dalla sinergia di musicisti, producer, film-maker. Attivo dal 2016 in Puglia, Music Platform utilizza i linguaggi della musica elettronica e della narrazione video per creare un cortocircuito tra l’immediatezza delle arti elettroniche e la fruizione tradizionale del patrimonio materiale e immateriale della regione. Le sue strade viaggiano nella dimensione digitale: Music Platform si manifesta in streaming, sui canali social del progetto. Corre veloce su smartphone e laptop sebbene il suo campo d’azione sia tutt’altro che virtuale. Sono luoghi fisici gli spazi in cui il collettivo attiva le sue narrazioni, invitando artisti della scena elettronica nazionale e internazionale a sonorizzare le loro indagini visive, per creare paesaggi inediti in cui immergersi attraverso la rete.

Che sia virtuale o reale, l’esperienza gioca un ruolo fondamentale. In due anni di attività Music Platform ha esplorato e raccontato in forma inedita 13 città tra la provincia di Lecce e Brindisi. Lo ha fatto invitando altrettanti artisti della scena italiana e internazionale per dar vita a live set unici. Castelli, conventi, frantoi, biblioteche, paesaggi naturali e borghi che costellano il territorio del Tacco d’Italia hanno accolto le live performance di musicisti della scena underground creando un cortocircuito temporale tra spazi e linguaggi artistici.

Una vera e propria epifania sonora’, come ama definire il collettivo lo spirito di questo progetto che al termine della diretta streaming rende sempre disponibili le performance attraverso un archivio digitale su youtube. Dietro i live set si nasconde patrimonio di narrazioni inedite in cui fonti ufficiali e storie orali si intrecciano: nella filigrana dello storytelling che accompagna i live, è racchiusa l’attività di ricerca del suo giovane staff che, nei mesi che precedono la produzione della performance, collabora con docenti universitari, storici e abitanti del luogo per costruire una narrazione inedita dell’esperienza sonora. Da questa attività prendono vita format innovativi come Inside History, pillole video che lasciano spazio all’approfondimento storico e ai dietro le quinte delle puntate.

Sulle tappe e gli ospiti vige sempre il massimo riserbo. Music Platform è soprattutto un secret live: dall’annuncio dell’appuntamento sino alla diretta streaming, impossibile scoprire il luogo e il nome del dj che sonorizzerà la puntata. Il prossimo appuntamento è in calendario sabato 29 dicembre, dalle 15 alle 16. Basta sintonizzarsi sulla sua pagina facebook per scoprire dove e chi è stato invitato a confrontarsi con i luoghi e partecipare al contest legato a questo nuovo appuntamento. Dagli indizi rilasciati sui social sarà un polistrumentista di fama internazionale a dar vita a un live set vibrante ed immersivo, mentre la narrazione documentaristica sarà incentrata su un gioiello dell’architettura barocca, in provincia di Lecce, davvero poco conosciuto. Questa nuova puntata – l’ultima del 2018 – inaugura ufficialmente la terza stagione e si presenta piena di novità in cantiere. Tra upgrade tecnici, che renderanno sempre più sofisticato l’ascolto e la fruizione dei documentari, collaborazioni e sconfinamenti territoriali, Music Platform promette di alzare il tiro e il raggio delle sue esplorazioni sonore e visive nell’anno che verrà.

Music Platform è un progetto culturale attivo in Puglia, a Lecce. È anche il nome del collettivo formato da giovani professionisti provenienti dal mondo della musica, della televisione, del cinema. Nel 2016 dà vita a un format originale, itinerante, in cui narrazione territoriale e musica elettronica, live performance e paesaggio culturale si intrecciano. Vanta collaborazioni con nomi di spicco della scena nazionale e internazionale della musica elettronica. Da due anni promuove e organizza live esclusivi, interagendo con paesaggi naturali e luoghi spesso inaccessibili al pubblico. Gli artisti sono invitati a sonorizzare questi luoghi per creare paesaggi inediti in cui immergersi attraverso la rete. La sua comunità è soprattutto virtuale: corre rapida sui social e sulle piattaforme digitali che accolgono l’archivio delle sue produzioni culturali. Oltre ai live set, ai corti e lungometraggi, Music Platform si esprime attraverso la fotografia e la comunicazione innovativa dei saperi storici.