SALENTO – Spaccio, rapina e stalking. Sono le accuse che hanno fatto scattare l’arresto per quattro uomini tra Minervino, Nardò, Campi Salentina e Carmiano.

Nel primo comune, nei guai è finito Dario De Giuseppe, di 44 anni, arrestato in esecuzione dell’ordine di carcerazione emesso nei suoi confronti dall’ufficio esecuzione penali del Tribunale di Lecce. L’uomo è accusato di spaccio e tentata rapina in concorso (il primo reato commesso a Minervino nel 2014, il secondo a Giuggianello nel 2011) e dovrà scontare la pena residua di un anno, 5 mesi e 12 giorni. È stato ristretto ai domiciliari.

A Nardò, invece, i carabinieri della stazione locale hanno arrestato il 30enne Marco Carrozzo, accusato di atti persecutori e lesioni personali nei confronti della sua ex compagna. Violenze che sarebbero durati dall’aprile 2018 al gennaio di quest’anno. Anche per lui sono scattati i domiciliari.

A Campi Salentina, ai domiciliari è finito il 38enne Filippo Raone, del posto. Sorpreso più volte a violare il divieto di allontanamento dal proprio domicilio, nei suoi confronti è stata sostituita suddetta misura con la detenzione domiciliare, come disposto dal gip del Tribunale di Brindisi.

In carcere, infine, è finito il 32enne Stefano Garofano, di Carmiano, arrestato dai carabinieri della stazione del suo paese, in esecuzione dell’ordine di carcerazione emesso nei confronti del giovane dall’ufficio esecuzioni penali del Tribunale di Lecce. Garofano, accusato di spaccio di sostanze stupefacenti (reato commesso nel 2013), dovrà scontare la pena residua di 4 mesi presso la casa circondariale di Lecce.