CASARANO (Lecce) – Nel suolificio scarpe griffate, ma contraffatte. Nei guai, con l’accusa di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi, è finito il 64enne D.G.E.F., di Casarano, titolare di un’azienda nel basso Salento, denunciato a piede libero dai carabinieri del Norm della Compagnia di Casarano.

I militari, a seguito di una specifica attività d’indagine, hanno raggiunto il suolificio del 64enne e scoperto al suo interno 131 paia di scarpe “griffate”, ma risultate contraffatte, il cui valore commerciale ammonta a circa trentamila euro. La merce tarocca, pertanto, è stata posta sotto sequestro, mentre l’uomo è stato deferito in stato di libertà.