di Julia Pastore

LECCE – 55 ex alunni dei vari Istituti alberghieri della provincia (Santa Cesarea, Otranto, Nardó, Casarano – Ugento e Lecce) sono stati premiati questa mattina nella sala consiliare del Palazzo dei Celestini, per essere divenuti oggi degli affermati chef, pasticceri, maître, capo-sala e manager.

Premiazione Alex Ristorante

Fra i premiati di più alto grado anche Alessandra Civilla (chef di Alex Ristorante), Donato Micaletto, Enrico Casarano, Antonio Guida, che ha conseguito ben 2 stelle Michelin (e che spesso compare a “Porta a Porta”: Bruno Vespa lo stima come uno dei migliori chef italiani); Donato Episcopo (anche lui ha ottenuto la stella Michelin), la giovanissima Isabella Potì e Floriano Pellegrino, col loro ristorante stellato “Bros”. Ma è proprio attorno a questi ultimi due chef che é sorta la polemica: il dirigente scolastico dell’Istituto “Presta Columella” di Lecce si è detto deluso dell’assenza degli unici che hanno ottenuto la stella Michelin a Lecce: <<Noi professori dobbiamo avere l’umiltà di affermare che, in quanto scuola superiore, non forniamo l’eccellenza, se consideriamo che i nostri alunni, una volta usciti, dovranno percorrere una strada che é tutta in salita, ma credo molto nella scuola superiore come punto di partenza e proprio nel segno dell’umiltà mi aspettavo uno sforzo in più da parte loro>>. Premiazione condita da un retrogusto amaro, dunque. L’assistente degli chef, in loro vece, ha però prontamente precisato al dirigente che la loro assenza è stata causata da impegni dovuti al lavoro e a null’altro, essendo costantemente focalizzati sulla loro attività. Ricordiamo infatti che, tra le altre cose, Isabella Potì è anche spesso in giro per l’Italia, in quanto chiamata a far parte della giuria di programmi televisivi come “MasterChef”.

La cerimonia di consegna dell’attestato di merito professionale é il frutto di un’intuizione della provincia di Lecce, il cui Presidente, Stefano Minerva, sin dai primi mesi del suo impegno politico è molto attento allo sviluppo del turismo enogastronomico del Salento: <<Non so cucinare, ma in compenso mangio tantissimo. Avendo frequentato il liceo classico, ho deciso di superare questo gap facendo l’assaggiatore – ha scherzato il Presidente della Provincia, con alunni, ex alunni e professori. – È fondamentale essere pronti davanti alla sfida che il turismo ci porta: ecco perché abbiamo ritenuto opportuno dedicare questa giornata di festa come attestato di stima per tutti voi che portate il Salento in giro per l’Italia e per il mondo>>.

Il dirigente dell’Istituto alberghiero di Santa Cesarea Terme, Paolo Trive, ha tenuto a sottolineare il dato amaro delle poche iscrizioni di quest’anno: <<In realtà il mondo ha tanto bisogno dei nostri studenti e invece assistiamo ancora ad una eccessiva liceizzazione che, a parer mio, ha dell’assurdo, perché un esercito di soli generali non lo potremmo mai avere nè è giustificabile. I nostri non sono generali, sono ammiragli del “made in Italy” e, lasciatemelo dire, valgono di più dei liceali. Infatti, ragazzi, non sentitevi mai sminuiti dal titolo del vostro diploma: il vostro “status” sociale è ormai elevatissimo. Ma ci vuole abnegazione>>.

Da segnalare l’accorato appello di tutti i dirigenti scolastici nel chiedere finanziamenti alla provincia, per poter formare i ragazzi e poter consentire loro anche delle esperienze all’estero.

A conclusione del cerimoniale, gli alunni attualmente iscritti presso gli istituti alberghieri, rigorosamente in divisa e già molto professionali, hanno predisposto un gustosissimo buffet dolce e salato, che ha fatto leccare i baffi a tutti.

Gli ex alunni premiati sono:

IISS “Otranto”: Ivan Tronci, executive chef stellato Michelin e componente della brigata dello chef Heinz Beck; Andrea Serravezza, executive chef e vincitore del Premio internazionale Bocuse d’Or 2010-2012; Martire Galati, primo chef di cucina e riconosciuto dalle Guida Michelin e Gambero Rosso.

IPSEO “A. Moro” Santa Cesarea Terme: Enrico Casarano, campione italiano di Cioccolateria 2017; Antonio Guida, executive chef Due Stelle Michelin; Donato Episcopo, executive chef stellato Michelin; Matteo Maritati, chef, anche in collaborazione con lo chef pluristellato Michelin Gordon Ramsay; Roberto Cazzato, executive chef; Solaika Marrocco, executive chef, ristorante Primo Lecce; Luca Lagna, executive chef; Orlando Marzo, campione del mondo di Bartending Diageo World 2018; Gabriele D’Amore, food and beverage general manager; Giuseppe Zippo, premio per il Miglior Panettone Artigianale d’Italia 2016, Premio per il Miglior Dolce Debic Italian Style 2017 e terzo posto  nella categoria Pasticcerie e Gelaterie, premio Barawards 2018; Francesco Anglani, executive chef; Giancarlo Mele, primo premio della categoria D1 Culinary artistic Cheese Villeroy & Boch Culinari World Cup 2018 Expogast Luxembourg; Valentina Manta, imprenditrice nel settore dell’industria alimentare.

IISS. “Presta Columella” di Lecce: Isabella Potì, head chef stellato Michelin, ristorante Bros di Lecce; Floriano Pellegrino, chef patron stellato Michelin; Giovanni Pellegrino, sous chef; Francesco Pellegrino, sous chef; Antonio Capoccello, executive chef; Simone De Siato, sous chef e docente presso l’Etoile Academy di Tuscania; Steven Tarantino, sous chef; Davide Turco, chef de partie; Tiziano Montedoro, receptionist accoglienza; Gabriele Guerra, maitre; Damiano Rollo, chef de rang e assistente sommelier; Mattia Cordella, sous chef e chef de partie; Marco Lucia, chef pasticcere; Pierandrea Bucari, sous chef.

IISS ”N. Moccia” di Nardò: Anika Pisanello, huissière d’accueil-secrétaire des services accueil presso HUG-Hopital Universitaire di Ginevra; Marco Gaballo, maitre; Mario Calabrese, senior buyer presso Valsoia spa Bologna; Mattia Spagna, assistant manager presso 5 Hertford Street club, Londra; Andrea Quarta, bar manager presso lo storico locale Sant Ambroeus (dal 1936), Milano; Alessio Selleri, executive chef presso Columbia Restaurant Group, Tampa City in Florida; Enrica Simone, chef restaurant nel locale di sua proprietà SalVe a Londra, la cui denominazione cela l’omaggio al Salento e al Veneto; Carlo De Prezzo, designed trainer presso Four Season Hotel, Trinity Square, Londra; Antonio Valentino, restaurant manager presso Villa D’Este Restaurant, Perth, Australia; Elisa Megha,  supervisor My Fair Lane Pub & Dining Room Restaurant, Perth, Australia; Luca Mighali, sommelier AIS  presso La Collina Restaurant, Londra; Sara Pagliara, responsabile del personale presso Torre del Parco, Lecce; Giuliano Zizi, goodbye and beverage manager presso American Palace Hotel di Roma.

IIS “F. Bottazzi” di Casarano-Ugento: Andrea Chetta, sous chef Tucker’s Point Rosewood, Bermuda; Quintino Manco, fondatore della Cantina Torre Ospina di Racale; Pasquale Conte, Bar Le Parmente, Taurisano; Gabriele Turi, pasticceria Turi, Presicce; Matteo Maggio, ristorante Octopus, Alliste; Matteo Angelo Romano, chef presso Lilith Ristorante, Vernole; Adolfo Stefanelli, pasticceria Adolfo Stefanelli Milano; Alessia D’Agostino e Luca Casto, ristorante Auelli, Felline; Roberto Venneri, ideatore del Pan Sorriso, pasticceria Caffè dei Napoli, Felline.