LECCE – Il candidato al Consiglio comunale del Pd, Marco Miceli, tra le le sue priorità ci mette la sicurezza sul lavoro: “La sicurezza del lavoro non è un problema che interessa solo l’industria, l’edilizia e l’agricoltura, ma anche aziende che assicurano servizi alla popolazione, certamente la sanità, ma anche la raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti. Voglio fare una riflessione al riguardo anche perché questo settore pone anche grossi problemi di impatto ambientale non soltanto ove i rifiuti siano inceneriti e/o termovalorizzati, ma anche semplicemente quando vengono conferiti in discariche e trattati per produrre ecoballe o compost.
In tutti i casi le amministrazioni comunali sono parte in causa in decisioni che possono non solo ridurre l’impatto ambientale come quello idrogeno e quello ancor più pericoloso dell’inquinamento delle falde acquifere,ma anche i rischi dei lavoratori di questo settore.
Ho molti amici tra gli operatori ecologici e so che è una categoria che svolge lavori pesanti e pericolosi per la salute.

Inoltre spesso non vengono adeguatamente considerati dalla società, ce ne accorgiamo solo quando scioperano per il fastidio dovuto ai rifiuti non allontanati dalle nostre abitazioni o peggio bruciati con sviluppo di sostanza tossiche a partire dalle diossine. La gente ignora i rischi a cui sono esposti questi lavoratori. Si va dalla movimentazione ripetitiva di pesi nella raccolta, al rischio di contrarre infezioni a quello infortunistico legato agli spostamenti dietro il predellino dei compattatori.
In questo caso con pericolo di caduta e con esposizione alla inalazione dei gas di scarico dei camion oltre dei miasmi dei rifiuti urbani. Credo che la tutela della salute di questi lavoratori con tecniche di lavoro sicure nelle varie fasi del trattamento dei rifiuti e con la loro adeguata valorizzazione sociale ed economica aiuti ad affrontare positivamente questo problema anche per la tutela ambientale.
Per questo ove eletto assicurerò a questi amici una particolare attenzione”.