Luca Pedersoli e Anna Tomasi su Citroen Ds3 WRC, equipaggio attualmente al comando della gara (foto di L. D'Angelo)

SALENTO – Sono stati i 2,64 chilometri della super prova speciale disputata lungo il tracciato della Pista Salentina di Torre San Giovanni-Marina di Ugento, una sorta di aperitivo spettacolo in mezzo a tante curve e tanto pubblico, ad aprire la contesa sportiva della cinquantaduesima edizione del Rally del Salento, manifestazione organizzata dall’Automobile Club Lecce e valida quale terzo round ad elevato coefficiente del Campionato Italiano Wrc. Anche se come logica vuole la lunghezza della prova non poteva generare pesanti distacchi, ha comunque messo nero su bianco le velleità dei principali protagonisti. Ad imporsi è stata la coppia composta da Luca Pedersoli e Anna Tomasi su Citroen Ds3 Wrc, che hanno fatto registrare il tempo di 2m14.5s, parziale migliore di 9 decimi rispetto a quello fatto segnare da Simone Miele e Roberto Mometti, anche loro su Citroen Ds3 Wrc e da Marco Signor e Patrick Bernardi su Ford Fiesta Wrc che occupano appaiati la seconda posizione.

Più staccati Corrado Fontana e Nicola Arena su Hyundai NG I20 Wrc che accusano un ritardo dalla vetta di 3 secondi, mentre al quinto posto, staccato di un solo decimo si piazza Corrado Pinzano e Marco Zegna primi con la Skoda Fabia tra le vetture R5 e che hanno preceduto di 3 decimi la vettura gemella di Mauro Miele e Luca Beltrame. Le ultime due WRC, in gara le Ford Fiesta di Lorenzo Della Casa e Domenico Pozzi e di Andrea Minchella e Mario Pizzuti, occupano la settima e l’ottava posizione staccate tra loro di un secondo, mentre la top ten è completata dalla Skoda Fabia R5 di Andrea Carella e Enrico Bracchi e dalla Hyundai NG I20 di pari categoria di Matteo Daprà e Fabio Andrian. Triplo primato provvisorio per i salentini Guglielmo De Nuzzo e Gabriele Passaseo, undicesimi assoluti, e che oltre ad essere l’equipaggio pugliese al momento meglio piazzato, sono al comando a bordo della Peugeot 207 della classe S2000 e della classifica riservata ai primi conduttori Under 25.

Tra le vetture a due ruote motrici primo è Alessandro Fiorio in coppia con Luca Broglia su Abarth 124 Rally RGT (quindicesimo assoluto) che precede di 4 decimi la Peugeot 208 di Paolo Oriella e Daiana Ramacciotti a loro volta in testa tra le R2B.

È stata battaglia vera ed animata anche tra le Suzuki iscritte all’omonimo monomarca dove il primato provvisorio, seppur per un solo decimo è nelle mani di Simone Goldoni e Flavio Garella su Swift Boosterjet 1.0 che hanno preceduto la vettura gemella di Nicola Schileo e GianGuido Furnari. Terzi invece, con un ritardo di poco superiore al secondo sono Roberto Pellè e Giulia Luraschi mentre è soltanto sesto staccato di 3.8 secondi Andrea Scalzotto con alle note Sofia D’Ambrosio, preceduti in classifica nell’ordine da Marco Longo e da Ivan Cocino, tutti su Suzuki New Swift Sport 1.6.

Come si evince la battaglia si preannuncia particolarmente interessante e aperta in ogni situazione di classifica, con la gara che domani, sabato 1 giugno, emetterà i suoi verdetti con la disputa delle sezioni competitive più lunghe (altri 377,59 km dei quali 107,7 a contrassegnare la parte cronometrata) e che prevedono dopo l’uscita dal riordinamento notturno dall’Area Portuale di Gallipoli programmata per le ore 8, la triplice ripetizione delle prove di Palombara  (10,88 km, alle ore 9.34, 13.11 e 16.48), Ciolo (11,75 km alle ore 10.18, 13.55 e 17.32) e Specchia (13.06 km  alle ore 12.32, 14.39 e 18.16). Il 52°Rally del Salento terminerà poi alle ore 20, sempre presso l’Area Portuale di Gallipoli con l’arrivo finale e la cerimonia di premiazione dei vincitori.

Campionato Italiano WRC – 52°Rally del Salento, Classifica dopo la Ps 1

  1. Pedersoli-Tomasi (Citroen Ds3 Wrc) in 2m14.5s
  2. Miele S.-Mometti (Citroen Ds3 Wrc) +0.9s
  3. Signor-Bernardi (Ford Fiesta Wrc) in 0.9s
  4. Fontana C.-Arena (Hyundai NG I20 Wrc) +3.0s
  5. Pinzano-Zegna (Skoda Fabia R5) +3.1s
  6. Miele M.-Beltrame (Skoda Fabia R5) +3.4s
  7. Della Casa-Pozzi (Ford Fiesta Wrc) +3.5s
  8. Minchella-Pizzuti M. (Ford Fiesta Wrc) +4.5s
  9. Carella-Bracchi (Skoda Fabia R5) +6.1s
  10. Daprà-Andrian (Hyundai NG I20 R5) +7.6s