MONTERONI (Lecce) – Trasforma la sua abitazione in una fabbrica di droga, ma il blitz dei carabinieri pone fine alla sua attività illecita e finisce in carcere.

Nei guai è finito il 34enne Antonio Quarta, arrestato in flagranza di reato dai carabinieri della sezione operativa del Norm della Compagnia di Lecce.

La perquisizione nell’abitazione del giovane, scattata nella serata di ieri, ha permesso di rinvenire due chili e 637 grammi di eroina, 749,58 di marijuana, 10.88 di hashish nonché 5 chili e 850 grammi di sostanza da taglio e due presse meccaniche , per la preparazione dei panetti della stessa sostanza e vario materiale utilizzato per il confezionamento.

Quarta, sentito il parere del pubblico ministero di turno, Stefania Mininni, è stato arrestato ed accompagnato presso la casa circondariale di Lecce. A difenderlo l’avvocato Massimo Bellini.