SQUINZANO (Lecce) – Lo hanno notato salire con fare sospetto a bordo di un’auto guidata da un’altra persona e così gli agenti hanno deciso di fermare entrambi per un controllo, scoprendo a bordo oltre mezzo etto di marijuana, già suddivisa in 14 dosi.

Nei guai, a Squinzano, è finito il 27enne Marco Grasso, giovane incensurato del posto, arrestato in flagranza di reato dagli agenti della squadra mobile di Lecce e dai colleghi del Reparto prevenzione crimine “Puglia”.
A tradire il giovane è stato l’atteggiamento nervoso mostrato alla vista dei poliziotti, che hanno poi scovato sotto al sedile del passeggero una sacca contenente 56 grammi di “erba”, nonché un bilancino di precisione e varie bustine utilizzate per confezionare la droga.
Le stesse bustine sono state ritrovate nell’abitazione del Grassi, circostanza che ha consentito agli agenti di attribuire la proprietà della marijuana al 27enne. Per lui sono scattati gli arresti domiciliari, come diposto dal pubblico ministero di turno Massimiliano Carducci.