GALATINA (Lecce) – Non più circonvenzione d’incapace ma truffa aggravata dalla minorata difesa. Il Tribunale del Riesame riqualifica il reato a carico di Sonia Mighali, la 41enne, di Galatina, arrestata il 23 ottobre scorso per i presunti raggiri ad un anziano al quale avrebbe spillato somme di denaro. Sempre gli stessi giudici hanno comunque confermato l’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari dopo il ricorso discusso dall’avvocato Carlo Gervasi.

Secondo le indahini condotte dai carabinieri del paese, l’85enne avrebbe ceduto all’occasione di trascorrere qualche ora in compagnia cedendo alle lusinghe. Ad agosto scorso, la donna si sarebbe spogliata e, approfittando di un momento di distrazione dell’anziano, si sarebbe impossessata dei suoi soldi. Dopo la denuncia della vittima sono scattate le indagini che hanno portato i militari a chiedere e ottenere una misura cautelare per la donna accusata anche di furto aggravato.