ROMA – Oggi si è tenuto un importante incontro nella Capitale: una conferenza Stato/ Regioni sul futuro del comparto balneare. Intanto, c’è una novità: la furia del maltempo di questi giorni ha devastato tante strutture, che dovranno essere ricostruite nuovamente. La Regione Puglia nei giorni scorsi ha chiarito che i Comuni sono obbligati dalla legge a concedere le proroghe, ma poi è spuntato un protocollo sperimentale con il Comune di Lecce.

“Tutti i Sindaci dei Comuni Costieri concedano subito la proroga delle concessioni demaniali marittime al 2033 per permettere agli Imprenditori di ricostruire le strutture danneggiate dalle forti mareggiata – avverte Mauro Della Valle,  Ferderbalneari – I primi Cittadini diamo prova di essere affianco alla Categoria dei Balneari Pugliese, a tutto l’indotto turistico; senza proroga al 2033 non vi sarà l’aiuto delle banche e sono in pericolo migliaia di posti di lavoro, in quanto le strutture così danneggiate non riusciranno ad aprire per la stagione balneare 2020”.