LECCE – Si è concluso nella serata di domenica, nella fredda Casale Monferrato (in provincia di Aessandria), il Campionato Italiano di Karate Tradizionale per bambini (KENSHINBOBO), organizzato dalla FIKTA (Federazione Italiana Karate Tradizionale e discipline Affini). Tra gli  850 partecipanti all’evento, provenienti da tutte le parti d’Italia, hanno trionfato le stelle del Musokan Karate Lecce.
Si sono infatti distinti in tutte le categorie Giannuzzi Giuseppe (cintura nera 3°posto kata individuale e 2°posto a coppia), Totaro Francesco (cintura nera 2°posto a coppia), Giannuzzi Angelo (cintura marrone 1° posto kata individuale, 1°posto a coppia, 1° posto a squadre), Basso Emanuele (cintura marrone 1°posto kata individuale, 1°posto a coppia, 1°posto a squadre) e Valeria Cuna (cintura blu 1° posto a squadre).
Un risultato importante quello della società MUSOKAN LECCE, fondata nel 1982 dal Maestro Sergio Pinto c.n. 5° dan, che con cinque atleti è riuscito a raggiungere 7 medaglie di oro, 2 argenti e 1 bronzo.
La squadra Salentina, infatti, ha ottenuto il maggior numero di medaglie a livello Nazionale, dando così lustro anche a tutta la Regione. In concomitanza alla gara, è avvenuta la premiazione del concorso grafico “ekokarate”, promosso dalla FIKTA, al fine di applicare i principi del karate anche a difesa dell’ambiente. Una lodevole iniziativa per la promozione della salvaguardia dell’ambiente e che ha visto salire sul podio Giuseppe Giannuzzi come 1° classificato e Valeria Cuna al 2° posto.
“Orgoglioso dei miei campioni, che hanno sacrificato intere settimane per preparare la gara. Un ringraziamento particolare va alle famiglie dei bambini che con costanza e dedizione sono stati un ottimo supporto, un grazie speciale al mio staff Riccardo, Francesco e Roberta per il loro prezioso aiuto” le parole del tecnico Sergio Pinto.