LECCE – “Con l’arrivo del brutto tempo, e l’allerta meteo di queste ore, si rinnova puntuale la preoccupazione per eventuali danni cagionati dal maltempo.

Siamo tutti consapevoli che il cattivo tempo restringe i margini per la sicurezza, tuttavia alcuni accorgimenti si possono prevedere, anzi sono indispensabili.

Tra questi ad esempio, un monitoraggio del verde pubblico urbano, con verifiche puntuali e costanti sugli alberi presenti in città. E’ risaputo che essenze arboree, soprattutto datate, possono cadere all’improvviso, costituendo pericolo per le auto in sosta, per le strade e soprattutto per le persone. Un monitoraggio costante è necessario al fine di prevenire disagi visivi, quali ad esempio occultamento della segnaletica stradale, e strutturali, come le sporgenze dei rami che creano criticità alle case, ma soprattutto danni alle persone, dovuti alle radici sovraesposte o dalla instabilità delle piante”. Lo dichiara il Consigliere comunale di “Prima Lecce/Andare Oltre”, Gianmaria Greco.

“Tempo fa – prosegue – nella commissione consiliare competente il sottoscritto ha chiesto di inserire nella programmazione della stessa lo stato del verde urbano, al fine di verificare anche lo stato degli alberi presenti in città, conoscere il calendario delle potature e lo stato di pericolosità dei diversi arbusti.

Nei singoli capitolati del verde dovrebbero essere inseriti anche rilievi con idonea strumentazione per prevenire la caduta degli alberi, ma in assenza di questi non si può prescindere da verifiche costanti e puntuali, al fine di prevenire danni e disagi che possono essere evitati, anche alla luce del peggioramento climatico che caratterizza il periodo invernale.

È necessario inoltre monitorare lo stato di manutenzione delle caditoie, al fine di evitare intasamenti e criticità in caso di forte pioggia.

Restiamo in attesa – conclude Greco – anche in virtù delle segnalazioni di alcuni cittadini preoccupati che giungono alla nostra attenzione, di conoscere la situazione attuale, auspicando la massima accortezza e celerità nel verificare lo stato dei luoghi delle diverse zone della città”.