CUTROFIANO (Lecce) – L’Amministrazione comunale spinge sull’acceleratore della sicurezza. In arrivo 29 telecamere di ultimissima generazione per prevenire e contenere fenomeni di insicurezza urbana e inciviltà.

Il 31 dicembre 2019 è stata aggiudicata definitivamente, a seguito di procedura di gara, la fornitura e posa in opera del sistema di videosorveglianza e pertanto a breve partiranno i lavori per l’installazione di altre 29 telecamere in altrettanti punti nevralgici del paese.

Infatti, grazie al progetto presentato dall’Amministrazione Comunale, Cutrofiano ha ricevuto il finanziamento di  85.000,00 euro, per il potenziamento dell’apparato di videosorveglianza e quindi per migliorare la sicurezza urbana. Il progetto è co-finanziato per una quota parti al 10 % dell’importo complessivo, con fondi a carico del bilancio comunale.

“Esprimo la mia soddisfazione per questo ulteriore finanziamento che siamo riusciti ad aggiudicarci – commenta il Sindaco di Cutrofiano, Oriele Rolli – La sicurezza dei cittadini rappresenta una delle priorità dell’azione amministrativa, intendendosi con essa oltre alla sicurezza pubblica, anche la sicurezza urbana e la sicurezza sociale. 

Con questo finanziamento ministeriale sarà potenziata la sicurezza urbana, fornendo alla polizia locale uno strumento in più, per l’attività di controllo del territorio. Diversi sono i bandi ai quali abbiamo partecipato negli anni, anche uno regionale in merito al quale stiamo aspettando i risultati.”

Le zone del territorio comunale maggiormente interessate saranno le seguenti:

Via Aradeo, Via Martiri D’Otranto, Via 25 Aprile, Piazzale Unità d’Italia, Via Vittorio Emanuele II, Via Umberto I, via Milito Ignoto, Via Piave, Via Vittorio Veneto, Via Collepasso, Via Supersano, Viale della Repubblica, Viale della ceramica.

Un passo decisivo per lavorare a favore della maggiore sicurezza è stato la sottoscrizione del Patto per l’attuazione della sicurezza urbana da parte del Sindaco di Cutrofiano, Oriele Rolli con la Prefettura di Lecce a maggio 2018. L’accordo, redatto sulla base della legge n. 48 del 2017 recante “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città”, punta a migliorare la qualità della vita in ambito cittadino, attraverso la prevenzione e il contrasto delle situazioni di illegalità e dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria, e favorendo così l’impiego delle Forze di Polizia dello Stato e la Polizia Locale per far fronte ad esigenze straordinarie del territorio, sempre nel rispetto delle reciproche competenze.

La centrale operativa sarà installata presso la sede del Comando di Polizia Locale, che ha curato ogni fase della procedura di affidamento. Saranno gli appartenenti al Corpo di polizia locale, infatti, a seguito di attività formativa, a poter monitorare le telecamere con l’utilizzo dei software necessari alla loro gestione.