L’ITS è un percorso virtuoso che allo studente non costa nulla, al contrario dell’Università, completamente finanziato dalla Regione Puglia, che collega gli studenti al mondo del lavoro in maniera immediata. Due anni altamente professionalizzanti, fianco a fianco con le eccellenze del territorio. Sono le stesse imprese che concentrano la richiesta di personale sui diplomati dell’Istituto Tecnico Superiore.
Dopo Taranto, anche nelle Officine Cantelmo di Lecce è stato presentato un percorso alternativo all’università, che consente di guadagnare un titolo di alta formazione spendibile anche nei concorsi pubblici. Le fondazioni ITS possono contare su un partenariato importante e sulla vicinanza concreta al mondo del lavoro.

“Questi istituti hanno una marcia in più, perché insieme alla lezione frontale c’è il lavoro nelle imprese che poi porta quasi sempre all’assunzione dello studente” – spiega Sebastiano Leo, assessore alla Formazione della Regione Puglia.

“Quella dell’ITS è la più alta formazione professionalizzante: chi si diploma qui trova lavoro nel 98% dei casi, secondo i nostri dati: il 2% sceglie di iscriversi all’università. Ma la cosa interessante è anche la capacità di diventare imprenditore che si matura con questo percorso: molti scelgono di avviare aziende che offrono servizi mancanti sul territorio” – ha spiegato Giuseppa ANTONACI, presidente fondazione ITS. Si tratta di un sistema non in competizione con l’università: quello degli Istituti Tecnici Superiori è un percorso alternativo, valido a livello internazionale e capace di collegarsi immediatamente alle eccellenze imprenditoriali del territorio. Con riferimento alla formazione continua inoltre, l’ITS IOTA sta implementando un collegamento strutturale con le imprese – sia quelle afferenti alla compagine sociale, sia quelle che ‘guardano’ agli ITS come bacino di selezione delle proprie risorse umane. Ciò consente alla Fondazione stessa di qualificarsi nei confronti delle aziende come partner formativo in grado di fornire servizi ulteriori al corso biennale post-diploma.
Ogni allievo dell’ITS IOTA diviene un “lavoratore della conoscenza”, in grado di svolgere il lavoro a base artigiana, il lavoro fondato su conoscenze simboliche e il lavoro di supervisione, in un’ottica di miglioramento continuo.
L’ITS, in tre anni, ha avuto una costante crescita grazie alla flessibilità della produzione dei corsi: tutto è plasmato sulle vere esigenze delle imprese grazie a un’attività di studio e progettazione. Questo percorso formativo ha una marcia in più che nessuno può garantire.