GALATONE/CUTROFIANO (Lecce) – L’uno è finito ai domiciliari per spaccio di droga, mentre l’altro è stato ristretto in carcere dopo avere aggredito la madre, nel tentativo di estorcerle denaro utile per l’acquisto di alcol e droghe.

Nei guai sono finiti due giovani, di Galatone e Cutrofiano, arrestati in flagranza di reato dai carabinieri del Norm della Compagnia di Gallipoli e dai colleghi della stazione di Cutrofiano.

Nella città galatea, agli arresti è finito il 32enne Cosimo Marra, già noto. Dopo avere eseguito alcuni servizi di appostamento in borghese nei pressi della sua abitazione, i militari – convinti che il giovane avesse imbastito un’attività di spaccio – hanno effettuato una perquisizione nel suo appartamento, scovando poco più di 9 grammi di droga tra cocaina, eroina e marijuana. Trovati anche 215 euro in contanti, un bilancino e materiale per confezionare le dosi. Sentito il parere del pm Roberta Licci, è stato arrestato e ristretto ai domiciliari.

A Cutrofiano, invece, nella notte è stato arrestato un 28enne del posto, accusato di avere aggredito e maltrattato la madre per fini estorsivi. Intervenuti su richiesta della donna, i militari hanno arrestato il ragazzo, accompagnandolo in carcere.