LECCE – Si terrà venerdì 21 febbraio, nella sala teatro della Casa Circondariale di Lecce, lo spettacolo HUMANA VERGOGNA diretto da Silvia Gribaudi Matteo Maffesanti, prodotto nell’ambito del programma culturale di Matera 2019. Una replica straordinaria che permetterà al pubblico esterno e ad alcuni detenuti di assistere allo spettacolo. L’inizio dello spettacolo è per le ore 19, ma occorre presentarsi all’ingresso del carcere entro le ore 18 per consentire i dovuti controlli di sicurezza.

Ulteriori informazioni: info@accademiaama.it – tel. 338 3746581

L’evento viene realizzato nell’ambito del progetto JUMPERIFERIE promosso da Teatro Pubblico Pugliese e Regione Puglia in partnership con AMA-Accademia Mediterranea dell’Attore, Compagnia teatrale Petra, Casa Circondariale di Lecce, #reteteatro 41, Arci Lecce, Mecenate 90, Officina Creativa, Comune di Lecce, Comune di Lequile, Comune di Melpignano.

“In un’epoca in cui trionfa la bellezza stereotipata, finta ed eterodiretta, – spiega Franco Ungaro direttore dell’Accademia AMA e coordinatore del progetto –  lo spettacolo aggredisce convenzioni e pregiudizi, facendo emergere bellezza, leggerezza e armonia dall’inferno delle nostre negatività, imperfezioni, complessi, pregiudizi.

Non c’è finzione, non c’è interpretazione, non ci sono ‘personaggi’ in scena; attori e attrici sono e si raccontano per come sono nella vita, corpi con i loro ‘difetti’ e cuori con i loro sogni. Costruiscono un gioco piacevolissimo tenuto insieme dall’ironia, dal piacere di comunicare memorie, emozioni e tante vergogne, pubbliche e private, mai mollando il filo della relazione empatica con lo spettatore.

Ribaltare le nostre vergogne individuali e collettive è il motivo dominante dello spettacolo, spingendoci a riflettere su quale possa essere il significato della vergogna, oggi, qui ed ora e se sia ancora possibile trasformare le nostre fragilità e criticità e tutti i luoghi della vergogna, come le carceri, in qualcosa di positivo e di bello”.

HUMANA VERGOGNA attraverso un linguaggio ironico che unisce teatro e danza è uno spettacolo che gioca sull’elemento Pop e sulla relazione diretta con lo spettatore. Indaga il tema della vergogna individuale e collettiva, familiare e sociale attraverso una costruzione drammaturgica dove il corpo diventa narrazione e conduce lo spettatore in una dimensione ludica. Performer e contributi alla creazione artistica: Mattia Giordano, Antonella Iallorenzi, Mariagrazia Nacci, Simona Spirovska, Ema Tashiro.

HUMANA VERGOGNA è il risultato performativo del progetto LA POETICA DELLA VERGOGNA, coprodotto da #reteteatro41 e Fondazione Matera-Basilicata 2019 in partenariato con Compagnia Teatrale Petra, AMA-Accademia Mediterranea dell’Attore di Lecce, Osservatorio Balcani-Caucaso, Artopia di Skopje, Ballo di Podgorica, Digital Wolf, in collaborazione con Zebra Cultural Zoo.

Il debutto dello spettacolo è avvenuto a marzo 2019, nella Casa Circondariale di Matera, grazie all’importante collaborazione con l’Amministrazione penitenziaria, ed è stata accompagnata da entusiasti consensi di pubblico e critica.

RACCOMANDAZIONI PER LO SPETTATORE

L’appuntamento per il disbrigo delle pratiche di accesso è alle ore 18.00 del 21 febbraio 2020 all’ingresso della Casa Circondariale di Lecce. Non è consentito portare alcun oggetto personale, compreso il telefonino, portare con sé solo il documento d’identità. Lasciare tutto il superfluo a casa o in auto. Si raccomanda puntualità.