TRICASE – Il sindaco Carlo Chiuri ha ricevuto due proposte per scendere in campo alle regionali pugliesi: in queste ore le sta valutando e sta cercando di capire se ci sono le condizioni per ambire allo scranno di consigliere regionale. Nel centrosinistra gli hanno chiesto di candidarsi con la lista “Con”, che Claudio Stefanazzi, braccio destro di Emiliano, sta cercando di riempire con nomi di giovani amministratori, come il vicesindaco Alessandro Delli amici. Il primo cittadino di Tricase ha ricevuto anche l’offerta di Mauro D’Attis e Gaetano Messuti: Forza Italia sarà un contenitore di giovani amministratori, professionisti e consiglieri, come Paola Mita, che ha già firmato la sua adesione. Ma nella lista forzista potrebbero scendere in campo anche Aldo Aloisi e Antonio Buccoliero, nomi che hanno sempre avuto molti voti nelle competizioni regionali. Il sindaco Chiuri ha ottenuto diversi successi, nonostante le guerre interne alla maggioranza, che non gli hanno lasciato un attimo di pace: uno dei successi è l’Interreg da tre milioni incassati dalla città. Il primo cittadino lascerebbe con tutta una serie di opere pubbliche da realizzare nei prossimi tre anni, ma è stanco di lottare contro chi apre il fuoco amico da anni. Una sua vittoria è stata la bretella ad ovest sulla strada 275 tra Lucugnano e Specchia.

I suoi detrattori vorrebbero evitare la sua discesa in campo alle regionali, perché assorbirebbe voti utili nel sud Salento. Ecco perché il sindaco Chiuri sta pensando seriamente di scendere in campo, anche se non è ancora il momento di sciogliere la riserva. Lui attende il verificarsi di determinate condizioni: “liste pulite e possibilità di valorizzare il territorio”. Tricase da 30 anni non ha un rappresentante regionale né parlamentare.