SURBO (Lecce) – E’ tornato in libertà, subito dopo l’udienza di convalida, F.Q., il 22enne di Surbo, arrestato dai carabinieri del posto per questioni di spaccio dopo aver tentato una fuga in macchina. Il gip Edoardo D’Ambrosio ha sostituito la misura dei domiciliari con l’obbligo di dimora alla luce delle dichiarazioni fornite dal giovane. Assistito dall’avvocato Salvatore Leone, F.Q. ha spiegato di essersi allontanato perché aveva l’assicurazione scaduta con una copettura di 15 giorni (tanto che la macchina non è stata sequestrata) e che la droga trovata in casa fosse per uso esclusivamente per uso personale.

Il 22enne è finito nei guai nella tarda mattinata di mercoledì quando F.Q. è stato intercettato dai carabinieri nei pressi del centro commerciale. Alla vista dei militari è scappato. Ma le forze dell’ordine non si sono arrese. E hanno atteso il ragazzo davanti casa. Una volta arrivato il 22enne è stato subito perquisito in casa. E anche grazie al suo spirito collaborativo dalla perquisizione sono saltati fuori 43,2 grammi di hashish, 1,32 grammi di marijuana ed un coltello a serramanico con lama lunga 9 centimetri. Il ragazzo, inoltre, è stato denunciato a piede libero per i reati di resistenza a pubblico ufficiale ed inosservanza del Dpcm.