Nel 1656, in seguito a una terribile epidemia di Peste, è stata intitolata al Santo Protettore di Lecce, S. Oronzo. E’ la piazza più importante della città, è il suo cuore pulsante; anche per la presenza di palazzo Carafa, sede del municipio.
Completamente deserta in pieno giorno, piazza Sant’Oronzo non è più il posto dove ritrovarsi, non ha più la densità e il calore della vita di tutti i giorni.
Le strade conducono in dei posti, le piazze no, le piazze sono il punto di arrivo e di incontro. Privare una comunità della sua piazza significa ferirla profondamente.
Ma è solo un periodo, intanto eccola piazza Sant’Oronzo, la piazza dei Leccesi
Illuminata dal sole di primavera, in attesa della rinascita.