PUGLIA – Le elezioni regionali pugliesi continuano a complicarsi per il centrodestra perché i due principali partiti nazionali restano sulle stesse posizioni dei mesi scorsi: la Lega conferma la candidatura di Nuccio Altieri anche nell’esecutivo regionale. Le elezioni sono dietro l’angolo, a settembre, e la coalizione è ferma senza un candidato. Michele Emiliano, invece, lavora da mesi per fare il bis.

Hanno discusso 6 ore i vertici leghisti: pronte sei liste elettorali, nonostante le polemiche interne, la Lega non molla sul candidato presidente alle elezioni regionali. Oggi si è riunito a Bari l’esecutivo regionale per dire un altro sì ad Altieri, dopo 6 ore di riunione, nonostante Fratelli d’Italia già a dicembre abbia annunciato la discesa in campo di Raffaele FITTO. Durante l’esecutivo si è parlato anche di programma e della formazione di sei liste provinciali.

Al centro della discussione anche diversi problemi locali, come i dissidi interni che hanno portato l’ex capogruppo in Consiglio comunale a Bari, Michele Picaro, ad abbandonare la LEGA e passare al gruppo Misto.

“Siamo pronti ad offrire alla coalizione di centrodestra non solo una candidatura di grande competenza e preparazione per la presidenza della regione quale è quella di Nuccio ALTIERI – dichiara Luigi D’Eramo, segretario della LEGA PUGLIA – ma anche un programma politico chiaro ed innovativo che sarà rappresentato dai cinquanta migliori leghisti di PUGLIA che saranno candidati nelle nostre liste per il Consiglio regionale e di cui abbiamo già oltre cento disponibilità. Riteniamo, quindi, di rafforzare in questo modo la coalizione di centrodestra con le idee, i valori e la coerenza della LEGA. Il centrodestra sarà unito in piazza il 2 giugno e nelle urne per liberare la PUGLIA dai fallimenti di Michele Emiliano e per questo la LEGA lavora a testa bassa per dare il proprio migliore contributo al tavolo nazionale della coalizione a cui è affidata la sintesi finale”.