Da sabato 13 giugno è online su Facebook il video messaggio realizzato dalla Partner associazione a supporto delle Feste patronali, con la partecipazione di Riccardo Fogli, Nando Popu, Mondo Marcio, Cesko, Clementino, Enzo Avitabile, Michele Zarrillo, Eugenio Bennato, Al Bano, Andrea Cioffi e Paolo Belli.

Questi artisti hanno risposto all’appello dell’associazione, di base a Lecce, che mette insieme imprese di professionisti degli eventi, spettacoli e feste, la quale sta cercando dalla sua ideazione, ad aprile in piena “fase 1”, di porre l’attenzione sulle Feste patronali e sui concerti gratuiti che vengono proposti durante questo genere di eventi.

A completamento di un percorso partito dall’inizio della nostra attività – spiega Salvatore Pagano, presidente della Partner associazione – abbiamo contattato alcuni artisti per farci da testimonial. Abbiamo presentato una proposta a sostegno delle Feste patronali, abbiamo dialogato e lo facciamo tutt’ora  con la Regione Puglia e in questo modo abbiamo scelto di dare voce agli artisti, che si sono voluti unire a noi esprimendo il proprio pensiero sulla tematica”.

Sullo sfondo di una Festa patronale, con luminarie in primo piano e numerosa gente partecipante, si alternano gli artisti, in un montaggio realizzato dal regista salentino Fabio Perrone, con la voce di Gianluca Capano per la lettura di un messaggio conclusivo. Tema portante delle loro dichiarazioni, ovviamente, questo genere di evento, quali manifestazioni che fanno parte della nostra tradizione. Le Feste patronali in Italia e specialmente nel Meridione, rappresentano una sintesi delle peculiarità produttive legate all’artigianato artistico, dalle luminarie ai fuochi pirotecnici, dalla musica al commercio, non tralasciando le produzioni enogastronomiche legate alla tradizione. Sbloccarle, dunque, significa anche dare un notevole contributo alla stagione turistica e ridare fiducia nella ripresa alle nostre comunità e soprattutto, cosa importante, dare continuità.

Il nostro intento con questo video è quello di sensibilizzare tutti, sia le istituzioni che l’opinione pubblica. Speriamo di farlo in primis con chi ci governa, sollecitandoli a intervenire su questo settore e rafforzando ciò che abbiamo detto finora”.

Sono undici gli artisti che si sono prestati a esprimere il loro parere e hanno già inviato il video. Ma molti altri sono in arrivo. Man mano che giungeranno, l’associazione Partner pubblicherà i contenuti sulla proprie pagine social.