Bronek Pankiewicz: “Per una primavera leccese occorre rimuovere le diramazioni locali del sistema Emiliano”