trecentomila ideeLECCE – Il concorso di idee è indetto dall’ordine degli architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Lecce e da Francesco Garrisi, Aps Green Power e Corrado Garrisi, Sofran srl. organizzatori di“Externa”, il Salone Nazionale dell’arredo degli spazi esterni, dal 30 aprile al 4 maggio 2014, a Lecce Fiere in piazza Palio.L’idea del concorso nasce dalla volontà di supportare la candidatura di “Lecce 2019” a capitale della cultura europea per valorizzare il rapporto tra la città e i suoi abitanti raccogliendo proposte progettuali per la riqualificazione spaziale, funzionale ed ambientale di piazza Mazzini.

Al concorso si può aderire in gruppo o in forma individuale e la domanda di partecipazione deve pervenire entro il 20 aprile 2014 mentre il plico contenente la proposta progettuale e la documentazione relativa entro il 24/04/2014. Tutti i progetti conformi al regolamento di partecipazione, saranno pubblicati sul sito della manifestazione www.externaexpo.it a partire dal 30/04/2014 e saranno oggetto di votazione on-line fino al 02/05/2014.

I lavori saranno inoltre esposti presso uno spazio appositamente allestito all’interno della Vª edizione della Fiera Externa. Una commissione giudicatrice, presieduta dall’architetto Fabio Novembre, decreterà i tre vincitori il 3 maggio 2014 durante la la fiera. Una delle società organizzatrici di Externa (Green Project), mette a disposizione un montepremi complessivo di 6mila euro, suddivisi in: 3mila euro al vincitore del concorso; 2mila euro al secondo classificato e mille euro al terzo classificato.

 

Alla conferenza stampa sono intervenuti:

– Alfredo Prete, presidente Camera di commercio Lecce: “Questo concorso mira ad aiutare piazza Mazzini a rivitalizzarsi e creare un centro commerciale che viva non solo di giorno ma anche di sera amalgamandosi con la “movida” del centro storico. C’è anche un montepremi in palio messo a disposizione dalla società che organizza la fiera “Externa”, e mi farebbe piacere che a vincere sia il progetto di un giovane, perché bisogna invogliare i giovani che hanno talento e buone idee, ad avere la possibilità di svilupparle”.

– Simona Manca, vicepresidente e assessore alla Cultura della Provincia di Lecce: “Ogni processo di riqualificazione urbana non può prescindere dalla cultura, dall’identità di una comunità e di un territorio, in cui deve rispecchiarsi senza slegarsi dalla sua storia. Importante è il processo di partecipazione esterna che tiene conto della volontà dei cittadini, degli enti pubblici, degli ordini professionali in cui il confronto è fondamentale per crescere e che al territorio non può che portare grande ricchezza”.