LECCE – La notizia del record di multe unita ad alcuni casi di condanna del Comune per non aver applicato l’istituto dell’autotutela, anche in occasioni in cui era palese l’ingiustizia nei riguardi del cittadino, sta spingendo la politica a intervenire. Non ritirare delle multe ingiuste significa spesso intasare i tribunali con cause inutili che pesano sulle tasche del cittadino, ma anche costringere chi è dalla parte della ragione a pagare per non subire costosissime trafile burocratiche. il capogruppo Pd, Antonio Rotundo, ha presentato una interpellanza urgente per chiedere che sia applicato l’istituto dell’autotutela soprattutto per le multe per violazione del Codice della strada.

“Se una multa è ingiusta o illegittima ed il diritto del cittadino chiaro ed incontestabile perché costringerlo a rivolgersi alla giustizia con spreco di denaro pubblico e con oneri per il cittadino? – si chiede Rotundo – Sinora ciò è accaduto, con una amministrazione sensibile ai problemi concreti dei cittadini e che ha messo al primo posto legalità e trasparenza, come ha fatto il sindaco SALVEMINI, ciò non avverrà più. Questo è  il nostro obiettivo: una amministrazione amica del cittadino”.