MANCAVERSA-TAVIANO (Lecce) – “Spostati, siamo i carabinieri” e per ripicca poco dopo danneggia l’auto dei militari rigando la carrozzeria con una chiave. R.I., 44 anni, di Taviano, è stato così denunciato con l’accusa di danneggiamento aggravato dai carabinieri per il raid compiuto in mattinata all’interno di un distributore di benzina nella marina di Mancaversa. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato incastrato dall’occhio di un carabiniere e dalla successiva visione delle telecamere di videosorveglianza dell’area di servizio.

Secondo quanto accertato dai militari, R.I. sarebbe arrivato nello spiazzo per parcheggiarsi quando i carabinieri, a bordo di un’auto civetta, avrebbero invitato R.I. a spostare l’auto per consentire loro di uscire dal parcheggio. Una volta sceso dal mezzo il 44enne avrebbe messo in atto la sua vendetta personale rigando la fiancata anteriore sinistra dell’auto civetta dei carabinieri.

Il movimento, però, è stato notato da un carabiniere e, dopo la visione delle telecamere di videosorveglianza, R.I. è stato accompagnato e denunciato così come disposto dal magistrato di turno. E’ difeso dagli avvocati Luca Laterza e Alberto Longo.

CONDIVIDI