NARDÒ (Lecce) – “Cattive frequentazioni” ed il Questore di Lecce chiude per il bar per cinque giorni. L’operazione degli agenti del commissariato di Nardò è scattata nell’ambito dell’ “operazione legalità diffusa: ad oltranza”.

Nell’ambito di questa attività di prevenzione, l’attenzione dei poliziotti si è concentrata su un bar, situato nella zona a ridosso del centro neretino che, nel corso di numerosi controlli effettuati sin dal 2016 e sino a tutto il 2018, è stato caratterizzato da una presenza costante di persone gravate da vari reati, in particolare cessione e detenzione di sostanze stupefacenti e reati contro il patrimonio.

Pertanto, il Questore della Provincia di Lecce ha emesso un provvedimento di sospensione della licenza ai sensi dell’art. 100 T.U.L.P.S., a carico del titolare dell’esercizio pubblico, che ne ha comportato la chiusura per cinque giorni.

Il provvedimento rientra tra le misure che vengono adottate dal Questore, quale Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza, non in funzione repressiva delle condotte illecite, ma, soprattutto, in funzione preventiva rispetto al compimento di fatti illegali, nell’ottica di una difesa anticipata della società, evitando che si creino le condizioni per delinquere e garantendo così una tutela avanzata degli interessi della collettività.