NARDÒ (Lecce) – Dopo avere forzato la porta d’ingresso dell’abitazione della sua compagna, si scagliò contro la donna minacciandola e schiaffeggiandola, sino a procurarle lesioni ad entrambi gli avambracci e varie ecchimosi. E così, nelle scorse ore, è stato raggiunto dall’ordinanza di custodia cautelare in carcere, dove si trovava già recluso.

Nuovi guai per il 42enne Cosimo Damiano Miccoli, di Nardò, arrestato nel pomeriggio di ieri dai militari della stazione della cittadina neretina. I fatti di cui è accusato l’uomo risalgono allo scorso 25 novembre, quando raggiunse la casa della compagna e si introdusse con la forza nell’abitazione, per poi minacciare e picchiare la donna, che in seguito a quella terribile esperienza manifestò anche uno stato ansioso.