TORRE SAN GIOVANNI (Lecce) – Rapina una farmacia armato di una lametta da barba usa e getta, ma il farmacista reagisce e riesce a metterlo in fuga a mani vuote dopo una breve colluttazione durante la quale resta lievemente ferito. Braccato dai carabinieri, il malvivente è stato rintracciato poco dopo nella sua abitazione ed arrestato.

In manette è finito il 32enne Andrea Cazzato, di Ugento, arrestato in flagranza di reato dai militari della stazione di Ugento e dai carabinieri del Norm della Compagnia di Casarano, con le accuse di rapina e lesioni personali.

Tutto è accaduto nella serata di ieri, quando il 32enne ha fatto irruzione in una farmacia di Torre San Giovanni, una delle marine di Ugento. Brandendo la lametta, dunque, ha minacciato i presenti e si è fatto strada verso il registratore di cassa, da cui ha asportato l’intero cassetto. Tuttavia non aveva fatto i conti con uno dei farmacisti, che lo ha spintonato riuscendo a farlo fuggire, dopo avere abbandonato il maltolto.

Giunti sul posto, i carabinieri hanno subito raccolto la testimonianza dei presenti, riuscendo in breve ad individuare nel Cazzato il rapinatore solitario. Il giovane, come detto, è stato rintracciato presso la sua abitazione e, quindi, arrestato ed accompagnato in carcere.

Il malcapitato farmacista, invece, è stato visitato presso l’ospedale Ferrari di Casarano, dove gli sono state riscontrate lievi ferite, guaribili in pochi giorni.