Foto di Mimmo Marseglia

SALENTO – Come atteso il Salento si è svegliato sotto un bianco manto nevoso. I fiocchi nella notte sono caduti abbondanti sull’entroterra come sulla costa. Suggestivo e raro lo spettacolo a cui si assiste questa mattina con uliveti e vigneti imbiancati e spiagge e scogliere coperte dalla coltre bianca.

La zona più colpita è la Grecìa salentina. Ci sono 25 centimetri di neve a Calimera, mentre Lecce è completamente imbiancata. Alla stazione si sono verificati problemi per i treni in partenza questa mattina: un intercity per Venezia è partito con due ore di ritardo a causa di problemi agli scambi. Le strade in città sono percorribili anche se con difficoltà, mentre alcuni svincoli della tangenziale Lecce sono stati chiusi e il traffico deviato. Disagi si sono registrati sulla tangenziale e sotto il ponte per Monteroni, per la presenza di veicoli lenti o fermi sul margine della carreggiata.

Inoltre, le Ferrovie del Sud Est hanno fatto sapere che, in seguito al peggioramento delle condizioni meteorologiche nelle province di Bari, Taranto, Brindisi e Lecce, per impraticabilità di numerose strade extraurbane è stata sospesa la circolazione degli autobus di FSE.In azione anche i mezzi Monteco per spargere il sale sulle strade urbane e sulla tangenziale. La Prefettura di Lecce, in via precauzionale, ha emesso un provvedimento di interdizione dei mezzi pesanti dalla mezzanotte e fino a successive comunicazioni, l’ordinanza che non limita la circolazione su tutta la rete stradale per gli automezzi pesanti adibiti a servizi pubblici essenziali, incluso il trasporto passeggeri su gomma, con dotazioni antineve idonee (pneumatici da neve, catene, ecc.), salvo eventuali valutazioni locali demandate alle società esercenti i relativi servizi in raccordo con gli enti proprietari/gestori delle strade e con le forze dell’ordine.

Molti uffici e asili privati sono rimasti chiusi. A causa delle condizioni meteorologiche persino gli uffici della Prefettura sono rimasti chiusi. Qualcuno è sceso in strada a fare pupazzi di neve: una delle prime fotografie inviate alla nostra redazione è quella di Pantaleo chef. Molti problemi nella zona di Melendugno a causa di alcuni grossi rami che hanno ceduto sotto il peso della neve. I mezzi spargisale scarseggiano e molte strade sono pericolose.