LECCE – Domani 15 marzo si terrà alle 19, presso la sala conferenze del Convitto Palmieri a Lecce, il secondo appuntamento del primo ciclo “La parola e la politica”, organizzato dalla Scuola di forma­zione politica, “Per una politica educata”, promossa dall’Azione cattolica diocesana e dall’Ufficio per i problemi sociali dell’arcidiocesi di Lecce, con il patrocinio della Provincia di Lecce e la colla­borazione dell’ISSRM “Don Tonino Bello”. Media partner dell’iniziativa formativa, portalecce.it.

“Per una Politica educata” accoglie la sfida, proponendo uno spazio di formazione, spesso di­sattesa, di ‘cittadini educati’, cioè informati, consapevoli e dotati di spirito critico dinanzi alle vicende del proprio tempo.

La seconda lezione la terrà Padre Francesco Occhetta s.j. (La Civiltà Cattolica) che parlerà sul tema “Un uomo scendeva da Gerusalemme a Gerico… il cristiano e la carità politica”, una riflessione sulla qualità dell’agire del cristiano, partendo da ‘cosa e verso dove ’ e poi sul ‘come’ intervenire. Così come precisa il gesuita: se muore il prossimo in politica allora muore il senso umano della politica, quella su cui si fonda il nostro convivere».

Un atteggiamento propositivo a tutto questo – continua padre Francesco Occhetta s.j. – potrebbe essere: «ritornare a chiamarci per nome attraverso il volto e il bisogno; costruire comunità che sono l’antidoto a chi strumentalizza i popoli e ritornare a vivere la città con al centro le persone e i loro bisogno, i loro diritti e le loro responsabilità».

Allargare la formazione politica per allargare il cuore: «Siate viandanti della fede – invita Papa Francesco – per incontrare tutti, accogliere tutti, ascoltare tutti, abbracciare tutti».

La Scuola di Formazione, poi, vivrà nel corso dell’anno altri due cicli: “La Politica e le Istituzioni”, con tre incontri previsti per il mese di maggio, e “La Politica e le sue Sfide”, con quattro incontri nel mese di ottobre.