LECCE – “Ogni tempesta comincia con una singola goccia. Cercate di essere voi quella goccia.” Lorenzo Orsetti

Si apre con questa significativa quanto attuale citazione del giovane italiano morto combattendo per i propri valori, inseguendo il proprio ideale di società giusta ed equa, il II Congresso di Studenti Indipendenti-Lecce . “Emancipazione della donna, cooperazione sociale, ecologia sociale e, naturalmente, democrazia”, questi gli ideali che animavano il giovane. Un bagaglio sicuramente importante, di cui Studenti Indipendenti-Lecce ha deciso di farsi carico nell’affrontare la fase congressuale. A due anni dal suo primo congresso l’associazione, più florida e rigogliosa che mai, ha dato inizio, nel pomeriggio di ieri, ai lavori che porteranno all’insediamento di un nuovo Esecutivo. Un doveroso passaggio di testimone a termine dei due anni di mandato durante i quali l’ormai passato Esecutivo è stato in grado, attraverso la forza di volontà ed il duro lavoro, di far germogliare quelli che ad alcuni erano parsi dei rami secchi. Sarà ora compito del futuro esecutivo portare a maturazione e raccogliere i frutti di tanto impegno. Già nelle passate elezioni Studenti Indipendenti-Lecce aveva sorpreso tutti ottenendo, a pochi anni dalla nascita, numerose preferenze e sfiorando l’elezione di un senatore per una manciata di voti. Oggi l’associazione, nonostante la fase di rinnovamento delle cariche interne, non si ferma e, durante la prima giornata di lavori congressuali, annuncia pubblicamente la propria candidatura al CNSU, Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari, scegliendo di presentarsi con la lista di UDU- Unione degli Universitari. In questa maniera l’associazione pone seguito ad una collaborazione, sancita da un patto di lavoro, con il sindacato studentesco più forte nel panorama italiano.

Studenti Indipendenti-Lecce è riuscita nell’intento di riportare il sole dell’UDU fra le mura dell’Università del Salento e continua a perseguire fermamente quest’obiettivo, abbracciando le campagne nazionali del sindacato studentesco e decidendo di esporsi in prima persona, con l’intento di portare la voce degli studenti dell’Università del Salento anche in CNSU e fra le file dell’UDU.

 

Eleonora Vergine ha, in sede congressuale, annunciato ufficialmente la propria candidatura al CNSU, affermando: “Provo un certo orgoglio ad essere candidata sotto il simbolo dell’Unione degli Universitari: è dopo quasi 10 anni che il sole dell’UDU torna a splendere non solo qui a Lecce, ma in tutta la Puglia. E lo fa mettendosi in gioco per il Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari, l’organo di massima rappresentanza studentesca a livello nazionale. Il nostro dovere è quello di lottare per difendere i diritti di tutti gli studenti e le studentesse che ogni giorno popolano gli atenei del nostro Paese. Abbiamo il compito di rendere l’istruzione realmente accessibile a tutti, appianando le disuguaglianze ancora troppo presenti e radicate nel sistema universitario e promuovendo l’idea di un’università come motore di crescita e sviluppo, nonché formazione critica per tutte le generazioni. Questi obiettivi non passano solo dal lavoro svolto quotidianamente a contatto coi nostri colleghi o da azioni micro-vertenziali portate avanti dalle rappresentanze negli organi del nostro Ateneo. È necessario osare in grande e portare avanti la nostra voce nell’unico organo di rappresentanza nazionale riconosciuto, affinché la strada verso il cambiamento non si arresti mai ma conduca al traguardo di un’università libera, aperta e realmente a misura di studente. Perché l’università vive solo se noi decidiamo di viverla; perché crediamo che qualcosa si possa cambiare e che valga la pena prendere parte a questo cambiamento!”

Il Congresso si è concluso ufficialmente nella giornata di ieri, 17 aprile, con l’elezione del nuovo esecutivo, guidato da Lorenzo D’Amico e composto da Chiara Gironi, Giulia Pellegrino, Margherita Nocco e Simone Sindaco. Queste le dichiarazioni del nuovo Portavoce: “Sono felice di aver ricevuto un incarico così importante e di avere al mio fianco delle persone capaci. Siamo consapevoli di poter fare bene e di poter riuscire a riportare in prima linea, a Lecce, il più grande sindacato studentesco d’Italia.

Ci tengo a ringraziare i compagni dell’associazione, perché questo non è il giorno in cui si insedia un nuovo esecutivo, non è il giorno della squadra che guiderà la nostra associazione per i prossimi due anni ma è, piuttosto, il momento in cui ognuno di noi dovrà maturare la consapevolezza di avere le basi e le capacità per raggiungere nuovi ed importanti obiettivi, affinché il sole dell’Udu possa splendere nuovamente sull’Ateneo salentino, attraverso un’idea di sindacato di sinistra degli studenti e per gli studenti. Cominceremo dal 14 e 15 maggio, con Eleonora Vergine al Cnsu.”

Significativo è stato, inoltre, l’intervento del Coordinatore Nazionale dell’UDU, Enrico Gulluni. Queste le sue dichiarazioni in merito:

“Il sole dell’Udu torna a splendere su Lecce e lo fa, per la prima volta dopo dieci anni, con una candidatura per il Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari. Proprio ieri si è concluso il secondo congresso di Studenti Indipendenti – Udu Lecce, l’unica associazione su Lecce che possa rivendicare a pieno titolo di essere erede del sindacato studentesco, che ha una precisa origine: quella della Unione degli Universitari.

I migliori auguri al nuovo Coordinatore Lorenzo D’Amico insieme alla sua squadra, e un grosso in bocca al lupo ad Eleonora Vergine, candidata per il Cnsu.

La strada è quella giusta e ne abbiamo ancora tanta da percorrere insieme.”