LECCE – Questa mattina, 12 giugno 2019, alle 12 nella sala del Consiglio del Rettorato di piazza Tancredi a Lecce, Vincenzo Zara, Rettore dell’Università del Salento ha incontrato, alla presenza dei dirigenti del CUS Lecce e del professor Luigi Melica, gli studenti atleti dell’Ateneo salentino di ritorno dai Campionati Nazionali Universitari, che si sono tenuti a L’Aquila dal 18 al 26 maggio 2019. Lusinghieri i risultati raggiunti. Gli studenti sportivi hanno, infatti, portato a casa ben 5 medaglie: due d’oro e tre di bronzo.

“Siamo felici di vedervi tornare da vincitori – ha detto il Rettore dell’Università del Salento, Vincenzo Zara. – Le mie più vive congratulazioni a tutti voi e in particolare alle medaglie d’oro: la squadra di calcio e Francesca Lanciano per l’atletica leggera. Sappiate che ho seguito le vostre gare e partite grazie ai messaggi che mi arrivavano in tempo reale, ho sofferto e gioito con voi. Siamo fieri dei risultati che avete raggiunto, avete portato lustro alla nostra Università. Vi auguriamo di essere presto artefici di nuove vittorie.

L’Ateneo sta lavorando per consolidare l’attenzione verso gli studenti atleti per questo, nell’ultima seduta di Consiglio d’Amministrazione e Senato Accademico, abbiamo deciso di tutelarli fin dall’inizio chiedendogli di dichiarare la loro attività a partire dall’immatricolazione così da poterne monitorare i bisogni e renderli edotti sulle possibilità che Unisalento offre” ha concluso Zara.

Fin dal 2017 l’Ateneo si è dotato di un “Regolamento degli studenti atleti e delle associazioni sportive UniSalento”, che prevede, tra l’altro, agevolazioni per gli studenti che praticano uno sport agonistico, svolgono un campionato di categoria regionale, nazionale o internazionale o sono stati convocati in una delle rappresentative nazionali CUSI o del CUS Lecce per gare e manifestazioni nazionali o internazionali. Tra questi, appunto, gli studenti partiti per i Campionati: giovani ragazze e ragazzi che hanno gareggiato in specialità individuali o a squadre (atletica leggera, scherma, pugilato, tiro a segno, pallacanestro e calcio), iscritti ai corsi di laurea UniSalento dei Dipartimenti di Ingegneria dell’Innovazione, Scienze Giuridiche, Scienze dell’Economia, Studi Umanistici, Storia Società e Studi sull’Uomo e Scienze e Tecnologie Biologiche e Ambientali e al CUS Lecce.

Durante l’incontro, inoltre, è stato assegnato per il primo anno, su iniziativa dell’Unione Sportiva Lecce e dell’Università del Salento, il premio “Miglior giocatore di calcio” dedicato alla memoria di Mimmo Renna giocatore ed allenatore storico leccese recentemente scomparso. Il titolo è stato vinto da Daniele Lillo, capitano della squadra di calcio ed iscritto al corso di laurea in Economia.