di Julia Pastore

MATINO (LECCE) – Da Foscolo per un aperitivo artistico con Ivan Cattaneo: “Io faccio facce, visi di/visi” è la mostra tenutasi sabato scorso presso il ristorante “luxury” di Matino, organizzata dalla titolare Marta Carichino e dal gallerista e socio, Luca Pavia.
Leggendo il manifesto artistico predisposto dal pittore, si è in grado di percepire la rivincita della pittura sulla fotografia. Il noto cantautore e pittore, Ivan Cattaneo, si é ispirato agli indigeni e al mondo tribale della nuova Guinea, nell’atto di compiere gesti che rimandano alla preistoria e che, pur tuttavia, restano attuali, come ad esempio il dipingersi il viso con la terra, i fiori e altri elementi della natura, la quale, nell’interpretazione che ne dà l’artista, è vista come una rivincita, poiché rende ancora più umano l’uomo.

L’obiettivo di Ivan Cattaneo è stato quello di vincere sulla fotografia e di creare connotati diversi ai volti, come se ciascuno di essi fosse un caleidoscopio.
Insomma, un artista a 360 gradi, nonostante la differenza posta dallo stesso Cattaneo:
<<Essere cantante dá una popolarità diversa.
La musica certamente ti fa essere più popolare, ma per me entrambe le passioni vanno di pari passo>>.
Dopo aver concesso selfie a tutti, Ivan Cattaneo ha deliziato il suo palato con le portate prelibate dello chef Gabriele Bilotta.