SURBO (Lecce) – Non rassegnatosi ai sentimenti d’amore non corrisposti, si è trasformato in uno stalker, perseguitando la giovane e pedinandola anche sul posto di lavoro. Ma è stato colto sul fatto dai carabinieri ed è finito in carcere, con l’accusa di atti persecutori.

Si tratta del 21enne Moussa Traore, nativo della Guinea, arrestato dai militanti della stazione di Surbo.

Il giovane, in Italia con permesso di soggiorno per richiedenti asilo recentemente scaduto, era stato recentemente rimesso il libertà, dopo essere finito nei guai per lo stesso reato.

L’arresto del 21enne è scattato attorno alle 14, quando i carabinieri lo hanno fermato mentre tentava di avvicinare la vittima sul posto di lavoro. È stato ristretto presso la casa circondariale di Lecce.