PESCOLUSE (Lecce) – La schiusa accadrà di notte e saranno più di 100 le tartarughe Caretta Caretta neonate che saranno “accompagnate” dai tecnici museali di Calimera fino alla riva, dove cominceranno la loro vita nel mare. 

La zona dove le uova sono state deposte è presidiata h24 dai tecnici del Museo di Storia Naturale del Salento di Calimera.

La tartaruga Caretta Caretta spesso nidifica nello stesso posto, non è escluso quindi che torni a deporre nuovamente qui. Intanto un altro sito di nidificazione di Caretta Caretta si trova a circa due chilometri di distanza, in un’altra marina di Salve, Lido Marini.

L’intervista a Giampiero Donno, tecnico museale del Museo di Storia Naturale del Salento di Calimera.

 

Valeria Coi