LECCE – “Raccolgo in eredità una macchina perfetta, frutto dell’eccellente lavoro del mio predecessore, con l’obiettivo di migliorarla ulteriormente”.

Si è presentato stamattina alla stampa ed alla provincia di Lecce il nuovo comandante provinciale dei Carabinieri, il colonnello Paolo Dembech, che da un paio di giorni ha raccolto il testimone del colonnello Giampaolo Zanchi, ora in Sicilia.

Trevigiano di nascita, 46 anni, e decorato con la medaglia d’argento al valore civile, il colonnello Dembech giunge nel Salento dopo essere stato per tre anni a capo della Sezione “Impiego delle forze e legislazione penale” dell’Ufficio Legislativo del Ministro della Difesa. Numerose invece le esperienze operative, tra l’Irpinia e la Sicilia.

Per il neo comandante provinciale, si tratta di un ritorno a Lecce: nel 1996, infatti, fu inviato nel capoluogo salentino per svolgere un mese di tirocinio operativo, la prima esperienza “sul campo” a contatto con la gente, della quale gli rimase impressa la particolare “vicinanza della cittadinanza all’Arma dei Carabinieri”.

Davanti alla possibilità di dirigere due prestigiosi comandi provinciali – ha dichiarato il colonnello nel suo saluto alla stampa locale – ho scelto subito la città di Lecce, in virtù dei bellissimi ricordi che porto dietro da 23 anni. Una delle principali prerogative sarà quella della prevenzione: laddove vi sono più presenza e controllo, si verificano meno fatti delittuosi. L’obiettivo sarà quello di continuare a preservare la bellezza e la sicurezza di questo territorio: il livello di efficienza raggiunto dall’Arma leccese in questi anni è elevatissimo, la macchina che ho ereditato dal mio predecessore è come un treno in corsa già collaudato. L’auspicio è quello di riuscire a migliorarla ulteriormente”.

Nell’occasione, sono stati presentati anche i nuovi ufficiali, che andranno a dirigere Compagnie, nuclei e reparti del Comando provinciale di Lecce. Alla guida del nucleo investigativo del Reparto operativo, infatti, è giunto il maggiore Francesco Mandia, già comandante del nucleo investigativo della Compagnia di Potenza, proveniente dalla Compagnia di Capua (Caserta), che ha diretto per quattro anni.

Avvicendamento anche al comando della Compagnia di Casarano, con il nuovo capitano Massimiliano Cosentini, proveniente dal Norm della Compagnia di Bianco (Reggio Calabria).

Il tenente Umberto Cerracchio, invece, è il nuovo comandante del Nucleo operativo della Compagnia di Lecce: proveniente dalla Scuola Allievi Carabinieri di Reggio Calabria, dove era a comando del Plotone Allievi, è al suo primo incarico.