Dalle gomme da neve a quelle invernali

La sigla m+s

L’evoluzione della gomma da neve del passato, caratterizzata da tasselli profondi e molto rumorose se usate in assenza di neve, sono le moderne gomme termiche o gomme invernali molto più prestanti e confortevoli in quanto dotate da lamelle e una mescola particolarmente morbida, studiata specificatamente per permettere in qualsiasi temperatura una buona tenuta di strada.

Una gomma invernale, per prima cosa, deve avere impressa la sigla sul fianco M+S, con o senza fiocco di neve accanto: ossia Mud & Snow, fango e neve. Ma, ovviamente, non è sufficiente la sigla M+S per avere delle gomme prestanti. Le gomme studiate per la stagione invernale, sono caratterizzati da un profondo spessore degli intagli del battistrada (la misura massima di usura permessa, per avere la garanzia delle prestazioni della gomma, dovrà essere di 1,6 mm; una misura inferiore rende necessario provvedere alla sostituzione degli pneumatici).

Di seguito una guida pneumatici invernali con molti consigli utili.

Occhio a cosa dice la legge

Le sanzioni per chi non rispetta gli obblighi

Per chi non rispetta le prescrizioni della legge, le sanzioni amministrative consistono in una multa che varia da 41 euro a 168 euro nei centri abitati e da 84 euro a 335 euro nel resto delle altre strade, come autostrade e extraurbane.

Questo è a quanto si incorre se non si rispettano gli obblighi che la legge, da poco meno di un decennio, impone. Il Codice della Strada, così come stabilito dalla legge 120 del 2010, stabilisce per la sicurezza della circolazione stradale l’obbligo degli pneumatici invernali su tutti i mezzi a quattro ruote, nei periodi dal 15 novembre al 15 aprile (salvo deroghe), saranno facoltativi a partire da un mese prima ad un mese dopo il periodo indicato.

LA SCELTA

PERFORMANTI O CONFORTEVOLI

Per scegliere le migliori gomme da neve per la propria auto e che meglio si adattino alle proprie preferenze di scelta, di certo il consiglio del proprio gommista sarà importantissimo, bisognerà però comunque tener conto di altri elementi importanti. Tra essi la tipologia dell’auto: differente sarà la scelta se si possiede un SUV rispetto a chi possiede una berlina o una sportiva nonché il tipo di guida e le strade che si è solito percorrere (autostrada, montagna, pianura).

Altro criterio di aiuto per la scelta delle gomme invernali è la preferenza della tipologia specifica, ossia le gomme Touring o le gomme Performance.

Pur confermando, dati alla mano, che entrambe le tipologie garantiscono un’ottima guidabilità e un alto standard di sicurezza anche nelle condizioni più critiche (molto dipende dallo stile di guida), chi pretende dagli pneumatici una guida confortevole punterà sul target delle gomme invernali tipologia Touring; rientrano, tra queste, alcuni pneumatici della Continental, della Michelin, e Hankook.

Chi, invece, anche sulla neve, pretende l’animo sportivo delle proprie gomme, mirerà a gomme invernali di tipologia Performance; i prodotti più performanti, in questo caso, sembrano essere quelli dell’italiana Pirelli seguiti dalla Goodyear.

Nel settore delle gomme invernali fanno capolino un’altra tipologia di pneumatici, le gomme quattro stagioni o chiamate anche All Season, pneumatici che per la loro composizione e struttura, sono state studiate specificatamente per essere impiegate tutto l’anno, in qualsiasi condizione climatica, evitando quindi il cambio gomme stagionale pur rimanendo nei termini di legge.

Gli pneumatici quattro stagioni, nello specifico, sono composti da una mescola studiata appositamente per adattarsi ad ogni temperatura, alta o bassa, e a qualsiasi fondo stradale in estate o inverno. Studiate quindi per garantire prestazioni e sicurezza sempre all’altezza e soddisfare il cliente. Oltre a questo però, chi effettua la scelta degli All Season, vanta anche una certa comodità nel non doversi recare per ben due volte l’anno dal gommista ad effettuare il cambio stagionale.