LECCE – Bagni rotti, chiusi, inaccessibili o nel degrado: la denuncia dell’ex assessore Guido per l’assessore Angela Valli è solo un boomerang: “Fa bene il consigliere Guido a sottolineare le insufficienze del sistema delle ritirate pubbliche in città. Da ex assessore all’Ambiente è senza dubbio il più titolato a sottolinearne le problematicità di un immobilismo su questo ambito perpetuato da anni. Quello che l’amministrazione comunale sta mettendo in atto per risanare e riportare ai giusti standard di qualità questo servizio pubblico è innanzitutto uscire dal sistema di affidamenti diretti senza evidenza pubblica con il quale per lungo tempo, come Guido sa bene, è stata assegnata la custodia e la gestione delle ritirate pubbliche. È di prossima aggiudicazione definitiva, infatti, la gestione complessiva delle ritirate pubbliche alle quali in questo modo potrà essere finalmente garantita pulizia, manutenzione, apertura e vigilanza.

Oggi il settore Lavori Pubblici è pronto ad intervenire sulla ritirata di Viale Marconi per le necessarie riparazioni, propedeutiche alla riapertura. Più impegnativa la situazione dei bagni di Piazza Libertini che, come Guido dovrebbe sapere, necessitano di interventi di maggiore rilevanza economica per i quali occorrerà procedere al reperimento delle necessarie economie. I bagni della Villa Comunale, invece, sono stati ristrutturati e ammodernati di recente, con l’inaugurazione che si è tenuta poco più di un anno fa. Ad oggi funzionano a pieno regime compatibilmente, per ovvie ragioni, con gli orari di apertura dei giardini”.