MONTERONI (Lecce) – Un’assoluzione e uno sconto di pena nel processo d’appello per la coppia di conviventi arrestata nel novembre del 2018 e poi condannata in primo grado a febbraio per vicende di spaccio.

La Corte (Presidente Carlo Errico), nonostante il sostituto procuratore generale Salvatore Cosentino avesse chiesto la conferma della sentenza di primo grado, ha ridotto da 2 anni a 1 anno e 4 mesi la condanna a carico di Luana Genovesi, 28 anni, (assistita dall’avvocato Federica Conte) e ha assolto il compagno Rossano Rizzo, di 43, (difeso dall’avvocato Renata Minafra), entrambi residenti a Monteroni.

Per la coppia è stata disposta la revoca dei domiciliari che erano stati disposti subito dopo una perquisizione effettuata dai carabinieri del Norm di Lecce che consentì di scovare 118 grammi di marijuana e una somma in contanti di 275 euro.