GALATINA (Lecce) – Tante scolaresche hanno affollato la fabbrica di cemento Colacem a Galatina per un percorso guidato all’interno della struttura, con annesse degustazioni di prodotti tipici locali. Obiettivo della proprietà informare, spiegare come si produce il cemento e far conoscere a tutti il grande impegno aziendale rivolto all’innovazione e alla sostenibilità. Per l’occasione era presente anche la proprietà insieme ai vertici di un’azienda che vanta stabilimenti all’avanguardia in tutta Europa.
Presente anche il professor Domenico Laforgia, direttore del Dipartimento Sviluppo Economico e Innovazione della Regione Puglia, che ha elogiato l’azienda produttrice di cemento per la capacità di rinnovarsi e di puntare su tecnologie che salvaguardano l’ambiente.

L’iniziativa Porte Aperte promossa da Federbeton ha permesso di visitare lo stabilimento Colacem di Galatina e scoprire come nasce un materiale unico come il cemento, fondamentale per lo sviluppo economico e sociale del paese. Attraverso la voce delle persone che con passione e orgoglio vi lavorano, i visitatori hanno conosciuto da vicino un impianto la cui storia è profondamente radicata nel territorio salentino. Durante la visita, si è parlato dei recenti investimenti sulla torre di preriscaldo, sul filtro di abbattimento delle polveri e sul carbonile, per una cifra di 6 milioni di euro.
L’Open Day è un’occasione importante di incontro tra comunità locale, istituzioni, scuole, clienti, fornitori e Colacem, che l’azienda interpreta come un momento di confronto e crescita.

Hanno fatto visita allo stabilimento, oltre a parlamentari ed europarlamentari, anche il presidente nazionale di Confindustria, Vincenzo Boccia, e il presidente di Confindustria Lecce, Giancarlo Negro.