“Supera quota 90 mila il numero delle domande accolte in Puglia per reddito e pensione di cittadinanza. Sono 2mila in più rispetto a un mese fa. Le due misure coinvolgono circa 220mila pugliesi. L’importo medio del reddito di cittadinanza in Puglia è pari a circa 528 euro, la pensione a circa 230. Naturalmente la legge di bilancio confermerà questa riforma voluta fortemente dal MoVimento 5 Stelle, così come non toccherà quota 100 che in Puglia ha fatto registrare 13mila domande”. Lo dichiara Giuseppe Brescia, deputato M5S pugliese e presidente della commissione Affari Costituzionali di Montecitorio, rendendo noti i dati relativi alla Puglia diffusi oggi dall’Inps.

“In questi primi sei mesi di operatività del reddito di cittadinanza, nella nostra regione sono state 32mila le domande respinte e 3800 le domande decadute per lo più per variazione del reddito o della composizione del nucleo. L’impianto dunque funziona e garantisce una risposta alla povertà. Lo strumento può essere sempre migliorato e per questo il ministro Catalfo ha incontrato recentemente le regioni. Chiaramente non si fermerà la lotta ai furbi e a chi lavora in nero”.  aggiunge Brescia.

Guardando ai dati per provincia, sono più di 25mila le domande accolte in provincia di Bari. L’importo medio del reddito varia dai 550 euro della provincia di Brindisi ai 501 della provincia di Barletta-Andria-Trani.