LECCE – Prima ha strappato l’antenna dall’auto dei carabinieri e con la stessa ha tentato di colpire i militari, poi si è scagliato con calci e pugni contro la pattuglia, ma infine è stato fermato con lo spray al peperoncino e poi ottoposto ad un tso.

Nei guai è finito il 22enne pachistano M.A., in Italia senza fissa dimora. Mentre i carabinieri lo stavano riaccompagnando presso la Caritas dove è ospite e percorrevano viale dell’Università, il giovane ha iniziato a dare di matto, cercando anche di fuggire dopo avere mandato in frantumi il finestrino dell’auto di servizio.

Portato in caserma non senza fatica, il ragazzo è stato quindi visitato dal personale del 118 e poi sedato. Per i carabinieri si sono rese necessarie le cure presso il pronto soccorso dell’ospedale di Lecce, a causa di lievi lesioni riportate. Per il 22enne è pertanto scattata la denuncia per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.