SAN CATALDO (LECCE) – La Commissione XI di Controllo è tornata a discutere della Darsena, alle ore 11.45, presso Palazzo Carafa. Sono intervenuti anche il dirigente del settore e Direttore dei Lavori del cantiere in questione. Dalla discussione sullo stato dell’arte dei lavori sono emerse diverse criticità:
ad oggi il non c’è ancora l’esito della caratterizzazione delle alghe. In assenza di tale risultato, non si può stabilire dove conferire le tonnellate di alghe presenti sia nel bacino che sul piazzale e l’eventuale maggior costo. La settimana prossima, la Capitaneria di Porto di Gallipoli concederà -con ogni probabilità- l’autorizzazione per la consegna del canale di imbocco all’impresa.

Allo stato attuale, come risulta da verbale di consegna parziale del 4 novembre, l’impresa è stata solo ora abilitata: 1) ad effettuare la caratterizzazione delle alghe precedentemente dragate; 2) a fare un’indagine sulle discariche disponibili al conferimento ed a verificarne i prezzi; 3) ad eseguire gli impianti elettrici ed idrici nell’area dunale prospiciente il bacino; 4) a predisporre opere e mezzi per il dragaggio. Inoltre, sino alla consegna totale del cantiere alla Ditta e salvo riserve, non è possibile determinare la data di fine dei lavori.

La discussione si è poi spostata sulla parte contrattuale – gestionale dell’appalto ripercorrendo per grandi linee la storia che ha portato all’aggiudicazione ad Igeco, alla consegna del cantiere alla stessa società, all’intervenuta interdittiva antimafia ed alla successiva aggiudicazione alla seconda Ditta in graduatoria; tutti temi che saranno oggetto di ulteriori approfondimenti.

“Non abbiamo avuto, purtroppo, le doverose e tanto attese risposte da trasferire alla cittadinanza con riferimento alla consegna totale del cantiere all’impresa, all’effettivo inizio dei lavori di svuotamento del bacino, alle modalità di smaltimento e/o di riuso delle alghe, al reperimento degli impianti disponibili ad accogliere le stesse ed ai relativi costi, alla data di fine dei lavori – spiega il presidente della Commissione, Gianpaolo Scorrano –  Per tutti questi motivi la Commissione XI di Controllo si riunirà nuovamente martedì 19 novembre nella speranza che, per quella data, il dirigente preposto sarà in condizione di fornire ai commissari ed a tutti i cittadini notizie certe. Sino a quel momento il sottoscritto Presidente continuerà a mantenere i riflettori accesi su una situazione non più tollerabile”.