LECCE – Vigili del fuoco in festa in onore della loro protetrice Santa Barbara. Stamattina, dopo la messa celebrata al Duomo di Lecce in onore della patrona dei vigili del fuoco, sono state conferiti riconoscimenti ed elogi nonché croci d’anzianità ed attestati di fine servizio a trentadue vigili del fuoco del comando provinciale di Lecce.

Al caposquadra Giancarlo Capoccia, su proposta del comandante provinciale, è stato consegnato l’attestato di elogio da parte del capo del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco Fabio Dattilo, per avere salvato la vita di un giovane turista romano, di 12 anni, in vacanza nel Salento con la famiglia a Lido Marini, marina di Ugento. Il ragazzino, in seguito ad una caduta con la bicicletta, aveva battuto il capo ed era in preda ad una crisi compulsiva che non lo faceva respirare.

Era il 20 luglio scorso. Libero dal servizio, Capoccia intervenne subito in aiuto del giovanissimo vacanziere, riuscendo a disostruire le sue vie respiratorie, per poi affidarlo ai soccorritori del 118 nel frattempo giunti sul posto. Il tempestivo e provvidenziale intervento del vigile del fuoco leccese consentì di salvare la vita al ragazzino.

La madre del giovane, smaltita la paura, ha voluto ringraziare Capoccia e tutto il Corpo dei vigili del fuoco in una toccante lettera: “Ringrazio il nostro angelo Giancarlo e tutto il Corpo dei vigili del fuoco, quali grandi uomini che ogni giorni, nel silenzio, a volte nell’indifferenza generale, cambiano la vita di tutti noi”.

Nell’occasione sono state conferite 17 croci di anzianità ai vigili del fuoco che hanno superato i 15 anni di servizio nel Corpo nonché 12 attestati di fine servizio ad altrettanti vigili del fuoco andati in pensione. Un riconoscimento è stato conferito anche a due vigili del fuoco, scomparsi nel 2019 per malattia.

Croce di anzianità per lodevole servizio: Roberta Lala, Sergio De Giorgi, Alessandro Luparelli, Massimo Mattei, Gianluca Serio, Mauro Tamma. Diploma di lodevole servizio per collocamento a riposo: Marcello Caricato, Pierluigi Manzo, Antonio Rucco, Lorenzo Todisco, Maurizio Vergari, Antonio Assalve, Giuseppe Cristofalo, Mario De Paolis, Francesco Severino, Loredana Starace, Nunzia Vergallo. Altre croci di anzianità per lodevole servizio sono state consegnate a: Maurizio Calò, Cosimo Pietro Cataldo, Mauro Manco, Giovanni Pisanello, Giuseppe Sponziello, Francesco De Donatis, Davide De Giorgi, Massimiliano De Pascalis, Luigi Rossi e Giovanni Perrone.