Foto Michel Caputo

“Tornare a Lecce rappresenta per me una grande emozione, è la città dove sono nato e cresciuto. Ho giù tutti i parenti. Tornare significa qualcosa di speciale, ho esordito con la maglia del Lecce e fatto tanti anni con quella maglia. Il Lecce è nel mio cuore e ci rimarrà per sempre”: lo dice il tecnico dell’Inter, Antonio Conte, alla vigilia della trasferta di Lecce.
“Ora sta facendo il suo percorso. Stanno disputando ottime gare – aggiunge – cercano sempre di esprimere un calcio, giocando in maniera propositiva. Ci sono un bravo allenatore e una buona squadra. Questa partita non ha niente di abbordabile. Dobbiamo fare grandissima attenzione. Alzare la soglia dell’attenzione e tenerla altissima”.

”E’ un giocatore super esperto. Ha 34 anni e ha avuto un suo percorso importante. Nello United giocava a volte a sinistra, a volte a destra. E’ duttile e nasce come ala. E’ un giocatore affidabile ed è quello di cui abbiamo bisogno in questo momento. Giocatori che possono completare la rosa e creare meno ansia e meno stress in caso di infortuni”: Antonio Conte parla così di Ashley Young nuovo rinforzo dell’Inter, arrivato ieri dal Manchester United. L’esterno, non sarà in panchina nella trasferta di Lecce e si potrà vedere tra i convocati probabilmente la prossima settimana. ”E’ appena arrivato. Non posso portarlo. Farà allenamento oggi – spiega Conte – e la prossima settimana comincerà a lavorare con noi.
Sarà eventualmente disponibile contro il Cagliari”.