SALENTO – Bisognerà capire se l’inasprimento delle sanzioni per chi viene sorpreso a spasso senza un valido motivo possa servire a far calare i numeri dei cittadini che vanno a zonzo, che ancora oggi risultano sconcertati: da nord a sud del Salento, infatti, sono state denunciate altre 151 persone.

È il bilancio dei controlli eseguiti negli ultimi due giorni dai carabinieri del Comando provinciale di Lecce, per fare rispettare il decreto “Io resto a casa” emanato dal governo per contenere la pandemia da Covid-19.

Centinaia le persone controllate in queste ultime 48 ore dai militari delle varie Compagnie presenti sul territorio, che hanno verificato se effettivamente avessero delle comprovate necessità per uscire di casa. Così, in 151 casi, putroppo non è stato.

Da oggi, però, chi viene sorpreso a spasso rischierà – oltre alla denuncia – anche una multa che varia dai 400 ai 3000 euro. Speriamo che il terrore di dovere aprire il portafogli soltanto per fare una passeggiata e trasgredire gli ordini possa arginare questo fenomeno tutto italiano.