SALENTO – Tra i 71 salentini denunciati per l’inosservanza del decreto “Io resto a casa” emanato dal governo per contenere la pandemia da nuovo Coronavirus c’è anche chi, alla vista dei carabinieri, ha cercato di dileguarsi a bordo dell’auto, salvo poi essere bloccato ed arrestato perché sorpreso a detenere quasi mezzo etto di droga.

Si tratta di un giovane di Surbo – F.Q. le sue iniziali, di 22 anni – arrestato in flagranza di reato dai carabinieri della stazione di Surbo. Dopo essere stato inseguito, bloccato e perquisito (ispezione estesa anche nella sua abitazione), il 22enne è stato trovato in possesso di 43,2 grammi di hashish, 1,32 grammi di marijuana ed un coltello a serramanico con lama lunga 9 centimetri. Il ragazzo, inoltre, è stato denunciato a piede libero per i reati di resistenza a pubblico ufficiale ed inosservanza del Dpcm. E adesso a casa dovrà restarci perché ai domiciliari.

L’inasprimento delle pene (si è aggiunta una multa dai 400 ai 3000 euro) per chi è sorpreso a girovagare senza una valida motivazione ed una comprovata necessità servirà a frenare gli irresponsabili? Vedremo se servirà a qualcosa.

Intanto, oltre al giovane surbino, in tutto il territorio della provincia di Lecce, nelle ultime 24 ore, i carabinieri delle varie Compagnie dislocate sul territorio hanno denunciato altre 70 persone. Tutte loro, alla luce della retroattività del decreto entrato in vigore ufficialmente oggi, pagheranno anche la multa, sia pure in forma ridotta.