MAGLIANO (Lecce) – Un’associazione culturale per aiutare il prossimo in un periodo di piena emergenza. C’è voluto tempo, impegno e sacrificio, soprattutto in considerazione del momento estremamente delicato ma dall’idea di un gruppo di amici affezionati e legati alle proprie radici, è nata l’associazione culturale ACAM (Associazione Cittadini Attivi per Magliano).

L’associazione ACAM fissa, tra le sue prerogative principali, la promozione di sport, turismo, formazione, arte, cinema, cultura, editoria e ogni altra attività che possa essere utile a favorire il nostro territorio, dove i protagonisti attivi sono, finalmente, i cittadini stessi con le loro proposte, le loro idee e soprattutto con la loro presenza e il loro supporto e apporto.
Anche se sorta di recente e, soprattutto all’interno di un contesto storico di grave e profonda crisi sanitaria ed economica, l’Associazione non si sente affatto debole e isolata, anzi, sin da subito, si è sentita chiamata in causa. Ognuno vive gli stessi problemi di tutti e ha bisogno l’uno dell’altro; a tal proposito è stata lanciata un’iniziativa perché tutti si possano sentire più comunità attraverso la raccolta di generi alimentari di prima necessità, da destinare ai cittadini di Magliano e Carmiano.

La campagna è andata oltre ogni più rosea aspettativa, considerato che l’associazione è sul campo da pochissimo e non è stato ancora possibile interagire personalmente presso ogni singolo punto vendita che ha aderito all’iniziativa con serietà ed entusiasmo. “A tal riguardo ci sentiamo di dover ringraziare profondamente ogni singolo esercente che ha con noi sostenuto l’iniziativa”, “grazie anche al loro entusiasmo e alla loro partecipazione, nonché alle loro donazioni, tutto ciò ha contribuito al buon esito dell’iniziativa. Il ringraziamento più grande va, però, a chi ha riempito i carrelli situati presso i supermercati e alimentari del nostro Comune”.

In questi giorni difficili, la popolazione di Magliano e Carmiano si è contraddistinta per la loro devozione e fedeltà alla propria Comunità. L’Associazione ACAM – grazie all’aiuto di ogni singolo cittadino con i loro gesti di solidarietà – ha voluto essere vicina a chi, in questo difficile periodo, ha più bisogno; è voluta uscire dalle proprie certezze e dalle proprie comodità per tendere la mano a chi è più in sofferenza, attraverso questa raccolta
alimentare.

Come da accordi, l’intero ricavato dalla raccolta di generi alimentari è stato consegnato a don Rodny Mencomo e a don Mario Pezzuto, i quali sapranno individuare chiunque, all’interno della nostra comunità, dovesse avere reale bisogno dei
beni donati dalla comunità.

Il direttivo:
Federico Spagnolo (Presidente)
Luca Tondi (Tesoriere)
Marco Furia (Vicepresidente)