NARDO'(Lecce) – Pippi Mellone devolve il suo stipendio intero per la spesa per i più fragili in emergenza covid-19. I consiglieri si tagliano lo stipendio del 50%. Un buon esempio che molti cittadini sperano venga seguito da altri politici, bravi solo con le dirette Facebook: “Ho devoluto il mio stipendio da sindaco del mese di marzo all’iniziativa “La Spesa per Bene” (ricordo, peraltro, che da 4 anni circa destino già il 20% della mia indennità mensile all’associazione Io Ho Quel Che Ho Donato, che acquista proprio generi alimentari per le famiglie con difficoltà) – spiega il sindaco di Nardò -In questi giorni tanti concittadini non stanno guadagnando nulla. È giusto che non prenda nulla neanche io.
I miei assessori e il presidente del Consiglio comunale hanno fatto altrettanto devolvendo il 50% della loro indennità.

Un totale di 5000 euro circa per l’acquisto di generi alimentari per chi vive giorni difficili a causa della crisi economica derivante dal Covid19.
🛒 Con i soldi donati da me e dalla mia squadra i beneficiari faranno la spesa presso COOP di via Principe di Savoia, Conad di via XX settembre, Despar di via Galatone, Interspar di via Generale Cantore e Conad di via Aldo Moro.
L’iniziativa continua, con il sostegno di tutti, in tanti altri punti vendita della città.
A tutti loro (ognuno dona presso il suo negozio di fiducia) va il ringraziamento per aver aderito a questa azione di solidarietà.
Questo è un modo tangibile con cui abbiamo voluto mostrare vicinanza a chi in questi giorni soffre più di altri.
Alle parole, noi, facciamo seguire sempre i fatti!”