CASTRO (LECCE) – “La perla del Salento” sposa la battaglia di Plastic Free su impulso del primo referente provinciale della onlus: Luigi Schifano.

Motivare e sensibilizzare le persone al rispetto dell’ambiente con l’obiettivo di ripulire spiagge, città, pinete e strade dalla plastica. È questo l’obiettivo della Plastic Free Challenge 2020, l’eco-iniziativa promossa dall’associazione Plastic Free sempre più attiva nella lotta contro la plastica. Una iniziativa che ha anche lo scopo di registrare sempre più testimonianze da poter condividere sui social, coinvolgendo sempre più persone.

“Rispettando le norme anti-covid19 e senza fare nessun tipo di assembramento i nostri soci referenti dell’associazione sono già entrati in azione e hanno già tolto dall’ambiente oltre 200 chilogrammi di plastica”, annuncia con entusiasmo il Presidente di Plastic Free, Luca De Gaetano. Nata come idea dei referenti regionali della Onlus, in pochi giorni dal lancio l’iniziativa, infatti, è già molto apprezzata sui social, come le fotografie postate dalla Sicilia da Ivan e Andrea oppure quelle di Riccardo dal Veneto o di Christian dall’Abruzzo.

Partecipare alla Plastic Free Challenge 2020 è molto facile. Prima di tutto bisogna diventare associati cliccando su plasticfreeonlus.it/aderisci e seguire le indicazioni.

“Le zone più inquinate e da ripulire – sottolinea De Gaetano – sono le foci dei fiumi e i mari. Sono molto felice che l’iniziativa stia avendo così tanto successo. Sono davvero tante le persone e le famiglie che si stanno associando per partecipare alla Plastic Free Challenge 2020 e la quantità di spazzatura tolta dall’ambiente, sale di giorno in giorno. Tra i ritrovamenti – continua il Presidente – ‘vince’ la microplastica in spiaggia, seguita dalle bottiglie sempre in plastica e dal polistirolo. Frequente anche la raccolta di altre tipologie di rifiuti in plastica come confezioni e contenitori di alimenti”.

Luigi Schifano, in qualità di primo referente provinciale della Onlus, si sta attivando per iniziare una serie di eventi di raccolta soprattutto nei comuni costieri ma non solo. Si inizierà da Castro, comune da sempre sensibile alle attività di carattere ambientale e che ha subito avallato l’iniziativa.

Riprendendo le dichiarazioni del Presidente Nazionale, aggiunge: “il nostro sogno è vivere in un pianeta sempre meno ostaggio della plastica ed un grande obiettivo sarà quello di sensibilizzare la popolazione ad un rispetto dello stesso, sconfiggiamo l’inciviltà, amiamo il nostro pianeta, rispettiamo il nostro mare, per rispettare noi stessi! Puntiamo ad essere sempre di più sul territorio, tra soci e volontari, insieme possiamo migliorare le sorti delle generazioni future”.